Cronaca
Commenta

Incredibile, il cane abbaia troppo
e il vicino lo ustiona con acqua bollente

CREMA – Se abbai ti scotto, anzi ti ustiono. E’ l’incredibile vicenda che vede al centro un cane, cucciolo di cinque mesi, un padrone e un vicino di casa irascibile. Anche troppo. Il cane, quando è in cortile, abbaia agli estranei. Il vicino di casa si infastidisce sempre di più e protesta. Il padrone non sa cosa farci se il cane abbaia di giorno e, peraltro, nessun altro protesta. Quindi… La questione va avanti qualche tempo e un giorno il cane abbaia e il vicino ha la pessima idea di vendicarsi a modo suo: incredibile. Prende una bacinella di acqua bollente e la versa addosso al cucciolone. Il quale, ustionato, comincia a ululare. Il padrone dell’animale esce a vedere che cosa succede, vede il disastro, prende l’animale e lo porta in clinica, dove lo medicano e lo curano. Quando tutto è di nuovo sotto controllo, il padrone va dai carabinieri e denuncia il vicino per maltrattamento di animali. Tutto finito? Neppure per sogno, perché la notizia del gesto infame del vicino fa presto il giro dell’isolato che conta, manco a dirlo un sacco di persone amici degli animali. E qualcuno dei più colpiti dal gestaccio dell’uomo va a chiedere, non troppo con le buone maniere, il perché di un gesto tanto esecrabile. La questione diventa sempre più rovente, tanto che a un certo punto i carabinieri devono intervenire per calmare gli animi e ribadire che c’è una denuncia e alle conseguenze di quel gesto dissennato ci penserà il giudice.

pgr

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti