Sport

Cena “indigesta” per
tre atleti esclusi dalla
rosa del Crema 1908

Galeotta fu la cena, in questo caso. L’A.c. Crema 1908 ha comunicato di aver escluso dalla rosa tre atleti. I motivi della “sofferta decisione” – presa dal Consiglio direttivo, all’unanimità, nella tarda notte di sabato sera, prima della partita contro l’Aurora Travagliato – sono spiegati in un lungo comunicato, che riportiamo di seguito, punto per punto.

I FATTI –  “Otto atleti che militano nel Crema 1908 sono stati invitati a una cena, organizzata da Eugenio Mazzani (dirigente del Crema 1908 nella passata stagione) proprio a tre giorni dalla partita da giocare contro l’Aurora Travagliato, in cui oggi riveste il ruolo di team manager o direttore generale (non si capisce bene), allenata da Maurizio Lucchetti (allenatore del Crema 1908 in parte della stagione scorsa) e nella quale militano alcuni ex cremini.
Degli otto atleti contattati solo in tre hanno ceduto alla “tentazione” di accettare l’invito e di trascorrere parte o tutta la serata con gli avversari che avrebbero incontrato solo tre giorni dopo.Gli altri cinque atleti hanno preferito declinare l’invito e rinviare ad altra occasione l’incontro condividendo tale scelta anche nell’ambito dello spogliatoio, “casa madre” del gruppo di atleti che giocano per il Crema 1908”.

LE MOTIVAZIONI – “Il Consiglio direttivo ha ritenuto che la condotta dei tre atleti non sia allineata con i valori che il nuovo sodalizio intende trasferire e incentivare.L’atteggiamento dei tre atleti è stato considerato lesivo sia nei confronti della nuova governance dell’associazione sia del gruppo di giocatori.
Nei confronti dell’associazione, in quanto il nuovo corso ha onorato gli impegni generati dalla vecchia dirigenza (di cui il Sig. Mazzani era il riferimento) assumendosi un onere imprevisto di notevole entità e del quale gli atleti sono stati messi a conoscenza.
Nei confronti del gruppo, in quanto il disinteresse dei tre atleti ad accettare suggerimenti e a scambiare opinioni in merito all’opportunità o meno di rinviare un momento conviviale, crea perplessità, domande, incertezze e facili allusioni”.

MALAFEDE DEI GIOCATORI? – “Si esclude e si rigetta senza indugio questa ipotesi. Tutti e tre i ragazzi provengono da famiglie stimate, sono lavoratori seri e persone ben educate.
La loro condotta è stata ritenuta un errore molto grave ma commesso senza malignità o volontà di nuocere. Probabilmente gli atleti erano troppo concentrati su loro stessi e non hanno contestualizzato l’invito e i riflessi che la partecipazione al “conviviale” avrebbe generato sulla società e sul gruppo”.

AZIONE DI DISTURBO – “Il Crema 1908 ritiene che l’incontro organizzato dal signor Mazzani (esponente dell’Aurora Travagliato) abbia sicuramente rappresentato un’azione di disturbo alla gara: contattare direttamente o indirettamente otto giocatori della squadra avversaria a ridosso della partita non è usuale nel panorama sportivo”.

CASUALITÀ? – “Ma su 52 settimane che compongono l’anno, il signor Mazzani poteva organizzare la cena solo nella settimana in cui le due squadre si affrontano?”.

AZIONE DI TUTELA – “L’A.c. Crema ha chiesto un parere legale per verificare se ci sono i presupposti per rubricare un illecito sportivo da parte dell’esponente dell’Aurora Travagliato; la risposta verbale dell’avvocato è stata inequivocabile: da un’analisi sommaria, sì.
Si aspetta di ricevere il parere scritto dell’avvocato e, qualora confermata l’ipotesi di reato, si invieranno gli atti alla procura federale che si pronuncerà sulla vicenda”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Caricamento prossimi articoli in corso...