Commenta

È Marco Beschi
l’operaio morto in
cantiere a Cremosano

AGGIORNAMENTO – Marco Beschi: questo il nome dell’operaio che stamani, a Cremosano, ha perso la vita. Cinquantanovenne, coniugato, era originario di Solferino, in provincia di Mantova.

Stando ai primi rilievi effettuati dai Carabinieri di Crema – racconta il capitano del’Arma di Crema, Giovanni Carraro – l’uomo, addetto in servizio presso il cantieri di via del Commercio, lavorava per la Edil Servizi, ditta mantovana. Al momento dell’incidente, il cinquantanovenne stava lavorando a due metri d’altezza, su una scala, con una giratubi. La gru, in azione in prossimità dell’uomo, l’ha colpito da tergo, schiacciandolo contro un muro. Il corpo del manovale è rimasto impigliato nel cavi del macchinario. Durante l’incidente, all’uomo è inoltre rimasto conficcato nell’esofago l’attrezzo che stava utilizzando.

La disgrazia è avvenuta poco prima di mezzogiorno, in via del Commercio, presso la zona industriale di Cremosano. Sul posto è accorso il personale medico sanitario, coadiuvato dal Vigili del Fuoco e dai Carabinieri di Crema. Ulteriori responsabilità sono in fase d’accertamento da parte dell’Asl. Per ora, aleggiano sospetti (non confermati) circa un presunto errore nell’utilizzo della gru.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti