Commenta

Karaoke senza freni
Coppia denunciata
per atti osceni

I carabinieri di Romanengo hanno denunciato una coppia, lui di 36 anni, elettricista, lei, 34enne operaia, entrambi residenti a Chieve, accusati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, atti osceni, ubriachezza molesta. Nella notte tra domenica e lunedì in via San Lorenzo ad Offanengo i militari sono intervenuti presso il ristorante “Vok Sushi” chiamati dal titolare che era appena stato insultato e minacciato dai due. La coppia voleva continuare a giocare al “karaoke” organizzato da un artigiano di Soresina che invece aveva preferito sospendere la serata dopo che il 36enne, preso dall’euforia del canto, si era denudato abbassandosi pantaloni e mutande. L’uomo aveva chiaramente perso il controllo ed un amico gli ha impedito di procurare danni e colpire i gestori. Al loro arrivo i carabinieri hanno notato all’ingresso la donna che, agitata, stava aggredendo il gestore del karaoke a schiaffi. Faticosamente i carabinieri sono riusciti a riportare l’ordine, avvertendo delle difficoltà la centrale operativa, costretta ad inviare rinforzi. Intanto il compagno della donna, già condannato per problemi alla guida e destinatario di interdizione a manifestazioni sportive, è stato bloccato, mentre la 34enne, nel tentativo di aggredire i militari, è scivolata a terra per poi rialzarsi e minacciare di morte gli uomini dell’Arma. Grazie all’aiuto di alcuni amici della coppia, alla fine i carabinieri sono riusciti ad allontanare i due scalmanati dal locale. In seguito per loro sono scattate le denunce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti