Commenta

Buche e verde
pubblico: Il piano
dei lavori comunali

Qualche timido raggio di sole torna a sfiorare Crema. Nel mentre, l’Amministrazione pianifica i primi interventi di recupero. Un totale di 115 mila e 200 euro, per dare una prima sistemata città. Ma non è che una correzione al trucco sbavato, per il lifting bisognerà aspettare.

Anzitutto il manto stradale: la Giunta ha deciso di stanziare 86mila euro per la messa in sicurezza di diverse vie cittadine. “Ci sono due elenchi di priorità – spiega Fabio Bergamaschi, assessore ai Lavori Pubblici – tra cui, da una parte, gli interventi improcrastinabili, dall’altra gli interventi necessari ma con urgenza minore”. Solo gli interventi del primo tipo, ovvero a priorità assoluta, richiedono un investimento di 300 mila euro. Parte di questi ultimi sono, appunto, gli 86 mila citati poc’anzi. “Quanto di quei 300 mila si riusciranno a recuperare, per ora, è difficile stabilirlo – spiega l’assessore -, ma proprio per non stare ad aspettare altre situazioni di emergenza, la settimana prossima, meteo permettendo, interverremo con 20 mila euro”. Quest’ultimo stanziamento, deriva dall’ammontare destinato dalla Giunta nel 2013 – pari a 150 mila euro. “L’intervento più sostanzioso – prosegue Bergamaschi – avverrà probabilmente ad inizio aprile. Quello di settimana prossima, invece, riguarderà i danni più urgenti, sulla viabilità principale, dove è maggiore il rischio per l’incolumità delle persone”. Si procederà dunque su viale Europa, via Milano, via Treviglio, via Stazione e sul viale di S. Maria, per citarne alcune. Ma, come sostiene l’assessore stesso, non saranno altro che “rappezzi qua e là, per tamponare l’emergenza”.

Altro intervento, per un valore di 29 mila e 200 euro, attiene alla manutenzione del verde pubblico – parchi e cimiteri. Sarà il primo taglio dell’anno 2014. La programmazione, com’è ovvio, mantiene una certa flessibilità, a causa dell’andamento climatico. Il primo taglio, in linea generale, è stato pianificato per gli ultimi di marzo ed i primi di aprile. Ma, come detto, dipenderà anche dall’insistenza – o resistenza – alla crescita del manto erboso.

s.z.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti