Cronaca
Commenta

I sapori Made
in Crema conquistano
il Festival di Sanremo

Crema sbarca al Festival di Sanremo. Protagonista della giornata del 22 febbraio, a Casa Sanremo è stato il marchio Made in Crema. Il network di aziende raggruppate sotto il marchio ha offerto un pranzo con prodotti tipici cremaschi, che pare esser stato molto apprezzato. Ma partiamo dal’inizio.
“È andata molto bene – esordisce l’assessore all’ambiente, Giorgio Schiavini, presente a Casa Sanremo –. L’esperienza è stata molto importante, specialmente per le aziende che ci hanno creduto e hanno creato questo marchio Made in Crema. Reindustria ha giocato un ruolo importantissimo, e del grandissimo lavoro svolto va dato atto specialmente alla sua direttrice: Alessandra Ginelli”. L’Amministrazione, in questo caso, ha giocato un ruolo cuscinetto. Ha giocato da “facilitatore”. Al contempo, ha lanciato un segnale forte e chiaro: l’Amministrazione c’è, e vuole esserci, anche in un periodo difficile quale quello che stiamo attraversando.
“Sono sicuro che quest’esperienza non si fermerà a Sanremo – continua l’assessore Schiavini –. Per me questo è stato il giorno numero uno. Da oggi credo sarà in salita, come difficoltà ed impegno, ma anche in discesa, grazie al grande apporto delle aziende partner. Vedere aziende progettare insieme un percorso nuovo, nonostante rimangano concorrenti, è un grande elemento di orgoglio”.
Ed arriviamo dunque al famoso pranzo, a base di prodotti tipici locali, offerto a Casa Sanremo. Spiega l’assessore: “abbiamo ricevuto complimenti da ogni tavolo. Io mi sono permesso di girare per i tavoli e chiedere cosa ne pensassero, e ho ricevuto solo grandi apprezzamenti. Devo dire che, su tutti, il tortello cremasco ha fatto la parte del padrone. Nessuno conosceva questo connubio tra dolce e salato, ma l’hanno apprezzato molto, e questo è stato un alto grande elemento di vanto”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti