Ultim'ora
Commenta

L’Università non abbandona Crema
Verso il rinnovo della convenzione

Iniziano a circolare le prime indiscrezioni sul rinnovo della convenzione tra Comune di Crema ed il polo universitario. A scadenza nel 2011, gli accordi tra enti avevano trovato una sintesi in un rinnovo triennale, il quale si estenderà fino alla fine dell’anno accademico nel 2014. E poi? La speranza è di una nuova convenzione, ma questa volta più lunga. Non più tre anni, ma almeno una decina o meglio 15 come da richiesta di comune e Acsu. Una convenzione che permetta alla città di pensare un investimento sull’area e portare avanti il piano presentato qualche mese fa dal sindaco Stefania Bonaldi al rettore Gianluca Vago. Sindaco che dal canto suo parla di prospettive favorevoli, per un via libera alla nuova convenzione entro la fine dei febbraio, primi di marzo. Vale a dire tra una settimana. “Il rettore – prosegue il sindaco – ha aspettato che s’insediasse il nuovo direttore amministrativo ai primi di gennaio, e attende di riportare, comunque, le decisioni al Senato Accademico. Quindi abbiamo notizia che la decisione verrà formalizzata tra fine febbraio ed inizio marzo. Le prospettive sembrano favorevoli, però, appunto, aspettiamo una decisione formalizzata dagli organi competenti”.
Di ufficiale non c’è ancora nulla, insomma. Tuttavia, si può intuire quali siano le intenzione dell’attuale Amministrazione. “Le premesse – dichiara il sindaco Bonaldi – sembrano favorevoli: sembra ci sia la disponibilità dell’Università a rimanere, però rimaniamo ancora nel campo delle indiscrezioni”. Già, perché la prudenza, in questo caso, è d’obbligo. Negli ultimi anni parecchio s’è sentito parlare del presunto trasferimento del Polo dalla sua sede di Crema. Fitti nuvoloni carichi di periodi ipotetici hanno fatto capolino sul tetto del Dipartimento di Informatica. Tant’è che nella prima visita dell’attuale rettore dell’ateneo, Gianluca Vago, il trasferimento sembrava un’opzione tutt’altro che secondaria. Ora invece anche se ancora senza l’ufficialità la speranza che il Polo resti a Crema c’è.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti