Cronaca
Commenta

Rapinatore in manette
I carabinieri lo aspettano
sotto casa e lo arrestano

Lo hanno atteso appostati sotto la sua abitazione a Rozzano e quando è arrivato per lui, Sergio Zaccaro, 38enne disoccupato, sono scattate le manette ai polsi.
L’uomo deve scontare tre anni e un mese di reclusione in quanto colpevole di rapina e ricettazione di auto, oltre a dover pagare una multa da 840 euro.
Era il 12 gennaio del 2009 quanto Zaccaro, intorno alle 9 del mattino era entrato armato di pistola, con un complice, nel magazzino di stoccaggio di calzature “Effetto notte” di via Brescia e sotto minaccia aveva chiesto all’impiegata di consegnargli il fondo cassa dell’affitto dei negozi. Non avendo trovato soldi aveva legato e poi derubato della borsetta la dipendente. Un bottino da 700 euro oltre a documenti e telefono.
I due erano poi fuggiti a bordo di una Hyunday Atos, risultata poi rubata a Rozzano (MI). Dopo accurate indagini nel dicembre del 2009 i carabinieri erano riusciti a consegnare il 38enne alla giustizia e a identificare il complice: un tossicodipendente siciliano. Ora a distanza di oltre quattro anni dai fatti, la condanna, emessa dal tribunale di Crema nel 2011, è diventata definitiva. La Corte di Cassazione ha infatti respinto, lo scorso 14 gennaio, il ricorso dell’uomo. Zaccaro è stato condotto al carcere di San Vittore a Milano.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti