Cronaca
Commenta

Nuovo circolo Arci
a Ombriano: salvato
dalla chiusura

Nuovo circolo Arci di Ombriano: arriva l’inaugurazione. Prevista per sabato 15 febbraio, sancisce il ritorno dell’Arci sulla scena cremasca. “Ritorno” non a caso: il circolo ombrianese, meno di due mesi fa, rischiava la chiusura. Con un forte debito pregresso, e numero di tesseramenti in caduta libera da anni, sembrava avere il destino segnato.
Ad impedire che un sigillo venisse posto sulla porta d’entrata è intervenuto un gruppo di giovani cremaschi. Questi ultimi, “con il supporto fondamentale dei soci storici – scrivono in un comunicato –, hanno deciso che quella realtà così importante dovesse essere rilanciata, trasformando il momento di difficoltà in opportunità”. Ed eccoli qui. Obiettivo del nuovo gruppo di gestori è rinfrancare il legame con la comunità di quartiere, mediante “solidarietà, cooperazione ed iniziative culturali”. E saranno proprio le iniziative culturale a riempire la serata d’inaugurazione.
Alle 18, orario d’aperitivo, verrà presentata la mostra – in esposizione fino al 16 marzo – degli artisti cremaschi: Vera Doldi, Simone Mizzotti, Andrea Tosetti, Daniele Grosso, Alessia Induni, Fabio Locatelli, Stefano Carniti, Caterina Zacchetti, Dario Tironi, Giulio Valcarenghi . A seguire, dalle 19, “Free Hugs”: di Maruska Ronchi e Elisa Sbaragli , è “una performance in divenire, dove lo spazio è elemento fondamentale della relazione e dove la ricerca coreografica si spinge al di là del gesto, in un divertente gioco di interattività con il pubblico”.
Appuntamento, quindi, a sabto 15 febbraio, dalle ore 18, alla sede del Circolo Arci di Ombriano, sito in via Lodi 15.

© Riproduzione riservata
Commenti