Cronaca
Commenta

‘Fiume Serio da
valorizzare’, Agazzi
interpella la giunta

Antonio Agazzi, di “Servire il Cittadino”, torna a punzecchiare l’Amministrazione di centrosinistra. Stavolta tramite interpellanza, relativa alla valorizzazione del fiume Serio. Premesso che il Serio, così esordisce Agazzi, è la “risorsa naturalistica più importante della città e del territorio”, giusto sarebbe rivalorizzarlo. Anche perché, insinua il capogruppo, “forse non ci si è resi conto della potenzialità che una maggior tutela e valorizzazione del Fiume e del paesaggio fluviale potrebbe portare all’intera comunità, compresa la riduzione del rischio idrogeologico”.
Rispetto alla direzione intrapresa, “Un’inversione di tendenza reputo si sia registrata in fase di redazione e successiva approvazione – da parte del precedente Consiglio Comunale – del P.G.T. vigente, il quale riserva grande attenzione al Fiume Serio […], che immagina e progetta un nuovo parco fluviale lungo il Serio – da restituire alla fruizione dei cittadini su ambedue le sponde – nonché un corridoio ecologico che, attraversando la città, continui a Nord fino a Bergamo e a Sud fino all’Adda”, ravvisa Agazzi. Tuttavia, dei molti progetti inerenti la riqualificazione del Serio e delle aree ad esso attigue, solo la passerella ciclopedonale che collegherà Castelnuovo al centro Crema è in fase di cantierizzazione.
Per tali motivi, Agazzi, riferendosi al Sindaco, torna a chiedere “quale sia la valutazione dell’Amministrazione da Lei presieduta in merito ai contenuti progettuali, inerenti la valorizzazione del Fiume Serio e il rilancio della sua fruizione da parte dei cremaschi, ricompresi nel vigente Piano di Governo del Territorio”. Non solo: vorrebbe capire se il Primo Cittadino abbia intenzione di proseguire nell’attuazione dei progetti presenti nel PGT, e quali siano le priorità cronologiche nel caso quest’ultima evenienza fosse positiva.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti