Cronaca
Commenta

L’Anap Onlus
incalza il sindaco:
“Ci serve una sede”

L’Associazione nazionale “Gli amici per la pelle” ANAP onlus sbarca a Crema. L’associazione si occupa di dare voce e sostegno ai malati di psoriasi, vitiligine ed altre patologie cutanee croniche. “La nostra attività è nata trent’anni fa – dichiara Mariagrazia Salvi – ed è partita dal Piemonte, ossia Rivoli, Torino, da un gruppo di malati psoriasici. Hanno fondato quest’associazione proprio perché questa malattia era poco conosciuta”.
“Tre anni fa – racconta ancora Mariagrazia Salvi – io andai in Piemonte e mi portai in Lombardia una fetta di associazione. Da lì iniziai a lavorare, per cercare di formare una commissione scientifica lombarda, composta da tutti medici specialisti. Ho iniziato a fare convegni, ho iniziato ad organizzare concerti e a girare tutte le dermatologie per far conoscere a tutti i malati cutanei cronici la nostra presenza”. Ad oggi, l’associazione può vantare l’interessamento della Terza Commissione Medica della Lombardia e quello del Ministro Lorenzin. Stanno inoltre organizzando un concerto, in collaborazione con Il Trillo, al Teatro Ponchielli di Cremona, ad ingresso gratuito – per dare la possibilità, anche ai malati più economicamente svantaggiati, di parteciparvi.
Le cure, tuttavia, sono molto costose. Nonostante l’Associazione si prodighi in tal senso, le cure dermatologiche non sono a buon mercato. Ogni tanto, spiega Mariagrazia Salvi, l’Associazione può contare su qualche donazione di alcune case farmaceutiche. Ma, specialmente i trattamenti sanitari, che, cioè, richiedono di recarsi in apposite strutture ospedaliero-sanitarie, comportano oneri finanziari seri. “Per chi non ha un lavoro – specifica – il problema diventa molto più grande”. Per un trattamento, da due minuti, di Uvb, il paziente deve mettere in conto il viaggio oltreché il ticket. il ché, ripetuto per una decina di sedute al mese, occupa un’importante fetta economica.
“Abbiamo bisogno che il politico getti un occhio anche al malato, perché anche nella dermatologia si nascondono malattie molto pesanti, e alcune di queste sono anche molto pericolose. Il malato ha bisogno di una casa. È per questo che chiedo al Sindaco Bonaldi di darci una sede, perché di questa sede, noi come Associazione, ma soprattutto il malato, ne abbiamo davvero bisogno”, conclude Mariagrazia Salvi.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti