Cronaca
Commenta

Fallimento Icos,
la Fondazione Finalpia
si affida a un legale

Nato dalle ceneri della ex colonia marina cremasca, l’hotel del Golfo a Finale Ligure, avrebbe dovuto essere une delle perle della riviera ligure, ma a meno di quattro anni dalla sua inaugurazione avvenuta nel luglio del 2010, l’hotel ha chiuso i battenti. Con il fallimento di Icos e la messa in liquidazione della Obras controllata al 100% da Icos, che gestiva l’hotel dopo una convenzione firmata nel novembre del 2005 con la Fondazione Finalpia, il timore che la struttura, casa per le ferie compresa, possa non riaprire è altro. Tanto che ieri, 29 gennaio, il Cda della Fondazione, presieduto da Pierpaolo Soffientini, in una seduta alla quale ha preso parte anche il sindaco Stefania Bonaldi, ha deciso di incaricare un legale l’avvocato Mondonico per valutare le azioni “più appropriate ed i più opportuni provvedimenti a tutela della Fondazione, del relativo patrimonio e dei rapporti convenzionali in essere, con la finalità di una piena salvaguardia dei diritti dell’Opera Pia”.
Chiaro comunque l’obiettivo del Cda, cioè quello di “garantire la repentina ripresa della attività di assistenza sociale e socio sanitaria da realizzarsi attraverso l’utilizzo della struttura da parte dei cittadini cremaschi, con particolare riferimento ad anziani, disabili e famiglie”. Al contempo il Cda ha preso contatti col gruppo Icos per capire se ci sono delle possibilità per superare la situazione di crisi reperendo risorse.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti