Ultim'ora
Commenta

Palazzo Pignano, lotta
all’abbandono dei rifiuti
“Di notte pattuglie di controllo”

Sacchi d’immondizia, bidoni contenenti olii minerali o altro, elettrodomestici rotti. E’ questo ‘il bottino’ portato a casa dal cantoniere di Palazzo Pignano nel suo consueto giro di controllo delle strade e delle rogge per ripescare borse di rifiuti, umido e secco, che di solito vengono abbandonate. Ma l’altra mattina una amare sorpresa: “qualcuno – come spiega il vicesindaco Virgilio Uberti – svuotarsi il ripostiglio a ridosso di alcune abitazioni in via 1° Maggio a Scannabue. E senza che nessuno abbia visto nulla”. Immediata la segnalazione alla polizia locale e al comune da parte del cantoniere che però alla fine ha dovuto comunque ramazzare tutto.
“Sembra non esserci rimedio a questo continuo scempio, più passano gli anni e più aumenta l’inciviltà. Come amministrazione per quanto riguarda i centri abitati di Palazzo, Cascine e Scannabue, ci stiamo organizzando per far fare dei pattugliamenti serali e notturni a ditte private autorizzate, perché è impossibile mettere telecamere in ogni angolo del paese e stiamo valutando l’utilizzo anche di Gev per maggiori controlli anche nei giardini pubblici, mentre per le strade extraurbane soprattutto le strade di arroccamento della Paullle, sarebbero da monitorare con le persone preposte. E qui consiglierei vivamente al Presidente Salini di utilizzare i suoi uomini, molto preparati professionalmente, per fare prevenzione non solo autovelox. Magari iniziando a farsi promotore di una super polizia provinciale e poi Regionale che faccia anche da supporto soprattutto nelle zone dove i classici vigili non riescono a coprire, per via di organico e di tempo”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti