Ultim'ora
Commenta

Polemica Tares,
ecco le spiegazioni
tecniche del comune

Dopo le polemiche sulla Tares e sui costi alle stelle della tariffa rifiuti, ecco arrivare un comunicato di servizio dell’amministrazione che spiega per filo e per segno in cosa consiste e come è composta la nuova tariffa.
Un tassa che ha mandato su tutte le furie alcuni commercianti che si sono visti aumentare anche dicono, del 220% la tassa rispetto allo scorso anno, e che ha subito messo in moto il sindaco Stefania Bonaldi e l’assessore Morena Saltini, chiamate in causa per gli aumenti.
Ora dopo la spiegazione politica ecco arrivare quella tecnica, nella quale il comune spiega che “nella tassazione dei rifiuti la Tarsu ha lasciato il posto alla Tares-rifiuti a cui è stata aggiunta una maggiorazione: la Tares-servizi indivisibili, che nel 2013 il Governo ha deciso di destinare allo Stato. Su questa diversa ripartizione del costo complessivo i Comuni non hanno discrezionalità di intervento. L’incremento di € 0,30 al mq è stato incassato dal Comune di Crema a favore dello Stato. La Tares ha innovato totalmente la materia applicativa della Tarsu sia nella parte del’obbligo della copertura totale dei costi sia nella determinazione delle tariffe da applicarsi alle superfici dove di norma si produce il rifiuto urbano e assimilabile per qualità e quantità. Il principio seguito dal governo per questa rimodulazione è stato quello del “chi più inquina, più paga” con conseguente disparità tra categorie economiche. Infatti alcune hanno avuto esborsi nettamente maggiori, altre minori. Questo rapido cambio di denominazione e di mutazione della tipologia di tributo lascerà nel 2014 il posto ad una nuova imposizione fiscale al posto della Tares-rifiuti che sarà nota come “tassa per la copertura dei costi relativi al servizio di gestione dei rifiuti” (Tari).
Quindi anche nel caso del Comune di Crema, quando entrerà in vigore il nuovo tributo, la maggiorazione della Tares – la componente servizi indivisibili – verrà soppressa, mentre vedrà la luce la “tassa per la copertura dei costi relativi ai servizi indivisibili dei comuni” (Tasi), questa volta attribuita alle casse municipali”.
Il servizio di smaltimento rifiuto è svolto, su incarico del Comune, dal gruppo Linea Gestioni SCS. Nel 2013 il costo sostenuto dal Comune per il servizio di smaltimento rifiuti per l’anno 2013 non è stato superiore al 2012.
E per dare indicazione e spiegazioni ai cittadini, l’amministrazione ricorda che il Servizio Tributi, Commercio, Catasto in Piazza Duomo 25, al secondo piano, è aperto dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00, il martedì anche dalle 14:30 alle 16:30 e il mercoledì anche dalle 14:00 alle 17:00. Telefono: 0373/894239 E-mail: serviziotributi@comune.crema.cr.it. Il servizio è a disposizione di ogni cittadino e di ogni attività commerciale per chiarire ogni tipo di dubbio e valutare le differenti casistiche.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti