Cronaca
Commenta

Shopping sotto le stelle
per rilanciare il commercio
Bossi: “Vendite di Natale sotto le attese”

Nell’ultimo sabato sera prima del Natale: shopping sotto le stelle. Si rinnova, in questo modo, la tradizione di “ApritiCrema”, fino ad oggi promosso solo nella stagione estiva, organizzato ancora da Confcommercio e da le Botteghe del centro. Con un obiettivo dichiarato: ripetere il successo di luglio e di settembre. La formula è quella ormai collaudata di unire il piacere di una passeggiata nel cuore della città lasciandosi sedurre dai suoi negozi e dai pubblici esercizi. Così, per una sera, le saracinesche rimarranno alzate fino alle 23 e si potranno scegliere, senza alcuna frenesia, gli ultimi regali per il Natale. Non manca, una considerazione sull’andamento del Natale.

“Fino ad oggi – coferma Bossi – abbiamo avuto un mese al di sotto delle attese. Il calo dei consumi si avverte in maniera chiara. E il Natale non fa eccezione. Una indagine nazionale della Confcommercio spiega che due italiani su tre ridurranno le spese rispetto al 2012. Crema, purtroppo, non fa eccezione. Auspichiamo che la nostra iniziativa possa, in qualche misura, favorire gli acquisti nel centro commerciale naturale: una galleria di negozi che per qualità e varietà non ha pari”. Con questo spirito, oltre che per allietare i cremaschi, è stato organizzato il Natale. “Per tutto il mese di dicembre – spiega Graziano Bossi – abbiamo voluto promuovere momenti di animazione della città. Questa serata si pone in linea con gli obiettivi che, insieme a Comune, imprese, realtà del volontariato, abbiamo voluto darci: invitare alla riscoperta di Crema”.

“Intendiamo Crema ed il suo centro storico – continua il vicepresidente della Confcommercio – non solo come un contenitore fisico. Come Associazione vogliamo proporre un’idea, un concetto del territorio, composto da un mix di risorse culturali e artistiche, di bellezze naturali, di prodotti e di servizi”. In quest’ottica si inserisce la collaborazione, per la serata di oggi, del Folcioni. E più in generale (per il Natale), di tutte le altre scuole di musica o di tante associazioni di volontariato. Come il Gruppo dei Pantlù, l’Olimpia e l’associazione lodigiana Animum Laudendo Coles che propone ai giardini di Porta Serio, l’installazione di un presepe ligneo di grandi dimensioni davvero suggestivo. O, ancora, gli Amici del Presepe. Così come straordinaria è stata la collaborazione delle imprese.

“Alla “Magia del Natale a Crema”, per sostenere le luminarie – continua Bossi – hanno partecipato oltre un centinaio tra negozi e pubblici esercizi. E altrettanti saranno aperti questa sera”. Si rinnova dunque, anche in questa occasione, il rapporto fecondo tra le imprese e la città, si ribadisce il ruolo delle aziende non solo confinandolo al tema economico ma valutandone anche le positive ricadute in termini di socialità. Crema, come già avviene per gli appuntamenti di luglio e settembre, si “apre”, diventa per una sera ancora più bella e ospitale, Rafforza, in questo modo un senso identitario e di appartenenza, che si rinnova frequentando il centro e i suoi negozi”. Forse è proprio questa la “magia del Natale” che alla Confcommercio vogliono regalare alla città.

GLI ALTRI EVENTI NEL FINE SETTIMANA

Quindi un fine settimana ancora ricco di eventi oltre alla notte bianca.
Promossa dall’oratorio di S. Maria di Porta Ripalta, sabato alle 17 e 30 verrà inaugurata la Mostra dei presepi. Iniziativa che durerà fino al 12 gennaio. Alle 21 toccherà al corpo bandistico Giuseppe Verdi, di Ombriano, deliziare il Teatro S. Domenico con “Il ritmo del Natale” – il concerto di Natale di Crema. Contemporaneamente, il coro giovanile Sweet Suite si esibirà in “Come in pieno giorno”: concerto della scuola Monteverdi di Crema, in scena alla chiesa parrocchiale di Chieve. Anche per questi eventi, non è previsto il ticket all’ingresso. Inoltre, per chi volesse intrattenersi in centro città, i negozi rimarranno aperti fino alle 23. Alcuni esercizi commerciali situati nel centro storico, inoltre, godranno delle esibizioni musicali degli allievi dell’Istituto Folcioni. Anche in questa occasione, gli spettacoli sono a titolo gratuito.

La giornata di domenica si apre con il “Pranzo per anziani e migranti”; iniziativa dei Pantelù in collaborazione con la Sodexo s.p.a. A seguire, sempre al ristorante Self Service di via Matilde di Canossa, grande tombolata. Alle 16, alla chiesa parrocchiale di S. Bartolomeo ai morti, sarà la volta di “Gospiritual trio”: esibizione a cura della Monteverdi di Crema, in collaborazione con l’Onlus Etiopia e oltre, dal titolo: “Una tenda in mezzo a noi”. Si esibiranno: Ginger Brew alla voce, Walter Pandini ai saxofoni e Fabrizio Trullu al pianoforte. Alle 21, presso la chiesa della Ss. Trnità, andrà invece in scena “Mozarti: Litanie KV 243”; coro e orchestra Collegium Vocale di Crema, diretto da Giampiero Innocente. Ingresso libero.

Previsto per lunedì 23, alle ore 21, il “Concerto di Natale” dell’Orchestra Cremaggiore. Si terrà in sala Pietro da Cemmo, nello stabile del Museo civico di Crema – piazza Winifred Terni de Gregory, 5.
Affidata, come da tradizione, alla vigilia di Natale, l’apertura del Presepe di Sabbioni. Circa tremila metri quadri di rappresentazione storica, situati in via Rossi Martini. Anche qui, ingresso gratuito. Il presepe, si ricorda, rimarrà aperto fino al 28 gennaio, ed è promosso in collaborazione con l’Associazione Amici del Presepe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti