Cronaca
Commenta

Taglio del nastro
a Romanengo per la
Casa dell’acqua

Inaugurata a Romanengo la casa dell’acqua alla presenza del Sindaco Marco Cavalli, del Presidente dell’Ato Giampietro Denti, del Presidente di Padania Acque Ercole Barbati, dei ragazzi dell’istituto comprensivo “Falcone e Borsellino” e di numerosi cittadini.
Un intervento, realizzato in accordo con Ato e Padania Acque, nato “con l’obbiettivo di valorizzare la cultura dell’acqua come bene pubblico e di promuovere l’uso quotidiano dell’acqua della rete idrica, controllata costantemente e garantita chimicamente, quale alternativa alle acque minerali in bottiglia. Inoltre, la buona prassi di utilizzare la Casa dell’Acqua, consentirà di migliorare la sostenibilità ambientale, di ridurre la produzione di rifiuti di plastica e di diminuire le fonti di inquinamento legate al trasporto su strada delle acque minerali”. Il sindaco ha sottolineato che, per contenere l’uso delle risorse idriche ed evitare sprechi ed abusi, il prelievo dell’acqua sarà riservato ai cittadini residenti a Romanengo che potranno agevolmente prelevare acqua di rete sia naturale che frizzante in maniera gratuita almeno per il primo periodo di sperimentazione dell’iniziativa. Successivamente le famiglie verranno munite di un badge che servirà anche per monitorare efficacemente l’andamento dei consumi”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti