Commenta

Primarie Pd, raccolti
26.700 euro, Comitato per
Renzi il più spendaccione

Nuove primarie, nuovi introiti nelle casse del Partito Democratico. La richiesta di 2 euro per coloro che lo scorso 8 dicembre hanno votato per la scelta del segretario nazionale del Pd, aveva scatenato un’ampia discussione anche sui social network. Tra pro e contro il contributo lo “scontro” aveva tenuto banco per qualche giorno. Ora il Pd rendo noto l’introito di questa ultima tornata elettorale interna al partito: 26mila 784 euro.
“Nella Provincia di Cremona hanno votato in 13.331. Ad eccezione degli iscritti, per votare era richiesto un versamento di due euro. L’ammontare di quanto versato in tutti i seggi è stato di 26.784,77 euro. Questo dimostra che molti elettori hanno voluto contribuire con una somma superiore ai due euro indicati”, rende noto il tesoriere Franco Bianchi. Un introito di 26mila euro contro 6.805 euro di spese totali
“Tra le spese, oltre all’affitto delle sale, al materiale stampato e ciclostilato ed al rimborso per la partecipazione alla convenzione nazionale, vanno sommate le spese sostenute dai 3 comitati. Il PD ha messo a disposizione di ciascun comitato 700 euro. Il Comitato Cuperlo ha speso 550,00 euro, il comitato Civati 116,00 euro, rimanendo entrambi sotto il tetto dei 700 euro. Il Comitato Renzi ha affrontato una spesa di 965,62 euro, 700 dei quali coperti dalla federazione, mentre il restante a carico del comitato. Il totale dei contributi ai comitati a carico della Federazione è di 1371 euro”.
Ma ora come utilizzerà il Pd questi soldi?
“Una parte dei soldi raccolti sarà destinata ai livelli regionale e nazionale. Il rimanente sarà a disposizione della Federazione di Cremona per l’attività politica su tutto il territorio provinciale”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti