Un commento

Polo fiera, Crema bussa a Cremona
Chiesto l’ingresso nel Cda dell’ente

Crema nel Cda di CremonaFiere? La richiesta è stata formalizzata. Ora si attende la delibera del consiglio di amministrazione che dovrà decidere se ammettere la città nell’ente. Un passo importante per arrivare alla creazione di un polo fieristico in città, e soprattutto per valorizzare le eccellenze cittadine e inserirle in un circuito già consolidato. A confermare il passo in avanti dopo la discussione apertasi l’estate scorsa che aveva trovato il benestare delle associazioni di categoria e di molti imprenditori del territorio, l’assessore al Commercio, Morena Saltini.
“Abbiamo formalizzato la richiesta di adesione a CremonaFiera, ora attendiamo la decisione del Cda che verrà presa nel primo consiglio utile”, afferma l’assessore che proprio qualche giorno fa ha presentato il marchio “Made in Crema”, altro importante passo per valorizzare la città.
“Per ora – prosegue l’assessore Saltini – è importante unire le energie con una realtà già strutturata come quella di CremonaFiere per entrare in contatto con chi ha già esperienza e contatti. Un primo passo, per una progettualità che poi potrebbe portare anche alla realizzazione di un’area fiere in città, anche se per il momento non è una priorità”.
Primo obiettivo di Crema, che strategicamente si trova in una posizione privilegiata, è l’Expo 2015, volano per poi proseguire con la valorizzazione del territorio.
“L’Expo – commenta Saltini – sarà per noi una vetrina importante, ma il progetto è quello poi di poter mettere in mostra sempre più il territorio e renderlo attrattivo”.
Un tassello in più dopo la discussione estiva che aveva già posto l’esigenza di un contatto diretto con Cremona e di un ingresso di Crema nel Cda dell’ente fiere del capoluogo.
“Crema ha bisogno di area fieristica perchè è vicina a Milano, Cremona non dialoga con Milano per questioni storiche e culturali. I cremonesi se avessero un polo fieristico a Crema dialogherebbero con Milano per questo Crema deve entrare nell’ente Fiera con quota e con un posto nel Cda”. Così parlava infatti, il consigliere regionale Agostino Alloni durante un incontro alla Libera associazione artigiani, indicando Ombrianello come luogo ideale per un’area fiere anche in città.
Ora il passo verso il Cda di CremonaFiere è fatto. Ora bisogna trovare le risorse necessarie, per arrivare forse un giorno ad un polo fieristico anche a Crema.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • io

    bene, bene…

    quindi invece di ridurre tutte le società pubbliche la sindaca vuole entrare in un’altra…

    CON QUALI SOLDI COMPRERA’ LE QUOTE ? ? ?
    ALTRE TASSE IN VISTA PER I CREMASCHI ? ? ?

    IL TUTTO PER UNA POLTRONA IN CDA CHE IL BUON ALLONI SONO CERTO HA GIA’ IL DERETANO GIUSTO DA METTERCI SOPRA…

    BASTA PRESE IN GIRO !!!!