3 Commenti

Parcheggi in città, presto nuovo piano
Un’ora gratis per le festività
Allo studio gli “stalli di sosta rosa”

Un’ora gratis di parcheggio per il Natale. Questo il regalo sotto l’albero dei cremaschi da parte dell’amministrazione comunale, che come lo scorso ha deciso a partire da lunedì 16 fino all’Epifania, un’ora di sosta gratuita dalle 18,30 alle 19,30. In pratica parchimetri spenti dalle 18,30. Ma questa è solo una delle novità in vista per i parcheggi della città. E’ infatti in fase di revisione l’intero piano parcheggi. Un intervento inserito anche nel piano per combattere lo smog in città. “Stiamo – spiega l’assessore Giorgio Schiavini – facendo una fotografia dello stato di fatto, dei parcheggi bianchi liberi, di quelli a disco orario e di quelli blu a pagamento per capire come e dove intervenire. Andremo a razionalizzare quelle zone che presentano difficoltà, ma credo che la maggior revisione riguarderà i parcheggi liberi e a disco orario. Certamente non diminuiremo gli stalli a pagamento, che rappresentano anche un introito per il comune, oltre al fatto che essendo in soprattutto in centro scoraggiano le persone ad arrivare in macchina fino a lì, diminuendo così anche l’inquinamento”.
Poche le possibilità che vengano tolti i parcheggi nel centro storico come in piazza Trento Trieste o in piazza Roma, anche perché “bisognerebbe garantire alle persone anche la possibilità attraverso delle navette per raggiungere il centro e questo per ora non è fattibile”, prosegue l’assessore Schiavini.
Lo stesso viene confermato dall’assessore Morena Saltini: “La proposta di liberare le piazze facevano parte di una valutazione non fine a se stesa; erano parte di un discorso di rivisitazione della vivibilità del centro storico. Quindi, chiaramente, anche poter godere degli spazi oggi occupati dai parcheggi poteva essere un’idea interessante. Però qua andiamo in contrasto con gli interessi delle associazioni di categoria legate ai commercianti, che a volte dicono “sì agli spazi aperti per il passeggio” e, altre volte, non vogliono negare la possibilità a chi viene in città di parcheggiare in modo comodo”.
Altra novità importante alla quale il comune sta lavorando è il “parcheggio rosa”. La proposta, molto dettagliata, è partita dall’Asvicom guidata da Berlino Tazza ed ora l’amministrazione sta valutando la possibilità di metterla in atto, cercando le risorse necessarie per rendere reale il progetto di dotare di parcheggi dedicate a future e neo mamme la città.
Tramontata, invece, per ora l’idea del “parcheggio gentile”. “Il parcheggio gentile – spiega infatti l’assessore Saltini – è una proposta a cui contiamo molto. È vero: è un pezzo che vogliamo metterlo in campo. Tuttavia anche qua ci siamo scontrati con delle difficoltà tecniche per la gestione dei parcheggi. Avevamo pensato ad un parcheggio libero, di modo che non si dovesse pagare il biglietto. Ma pare fosse più complicato del previsto: per usufruire del servizio l’utente avrebbe comunque dovuto fare il ticket. In più avrebbe dovuto anche avere la possibilità di pagare qualcosa in più nel caso avesse avuto bisogno di fermarsi per più di 10 minuti. E questo meccanismo non sembra fosse così semplice”.
Infine una buona notizie per le casse del comune. Dopo il calo degli introiti di circa 400mila euro rilevata a marzo, pare che ora la situazione sia migliorata. “Abbiamo avuto i resoconti da Scs e, fortunatamente, le entrate si avvicinano a quelle previste. C’è stato un recupero, ed è anche per questo che, come ho detto, pensiamo di poterci permettere l’operazione del parcheggio gratuito per un’ora a Natale”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Dimenticavo, dare la sosta gratuita alle sei e trenta, ha poco senso perche’ posta nell’ultima ora della medesima, e poi facendo smontare a questo punto il personale della scs un ora prima e’ come cambiare 10 euro in due da cinque,meno introiti, ma meno spese. Per cui pubblicita’ a basso costo.

  • Giulio

    Un regalo del Comune a chi?
    L’introito della sosta dovrebbe essere utilizzato per servizi resi a tutti i cittadini; un regalo a chi parcheggia è mancato introito per tutti, e guadagno solo per chi parcheggia.
    Quantomeno ci non c’è giustizia sociale; e poi, diciamocelo, è l’ennesimo spot. Avanti così!
    Ma ste giornale un giudizio lo da mai?

  • Resta ancora irrisolto il problema dei parcheggi in prossimita delle scuole primarie in centro citta’. I genitori per prendere i propi figli dalla scuola sono costretti per trovare i parcheggi liberi a sostare alle 15,20/15,30 in prossimita’ degli istituti, rischiando le sanzioni da parte di s.c.s, pena il restare a bordo macchina. Adesso che fa’ freddo con il motore acceso,con conseguente inquinamento, e proibito dalla legge, in estate con 40° a bordo macchina.L’allontanamento dal veicolo in quelle fasce orarie comporta il rischio contravvenzione. Ripropongo come gia’ fatto in passato un permesso distribuito agli alunni e al portatore per poter sostare in quelle zone senza rischio di sanzioni e in fasce orarie determinate all’uscita dalla scuola.Dico al portatore perche’ a volte sono i nonni o gli zii che per motivi noti a tutti devono prendere i bambini. Ricordo anche che i parcheggi non a pagamento sono distanti dagli istituti ( ancelle borgo san pietro e montessori )e nelle giornate di maltempo non si puo’ far percorrere hai bambini centinaia di metri esposti alle interperie.