Ultim'ora
Commenta

Agenzia immobiliare in crisi
Titolare si uccide a Soncino

Imprenditori, operai, dipendenti, padri di famiglia: la crisi non guarda in faccia a nessuno e purtroppo sempre più spesso porta le persone alla disperazione e al suicidio. Come è successo oggi a Soncino dove un uomo, un 51enne si è tolto la vita schiacciato dal peso della crisi che aveva portato la sua agenzia immobiliare al dissesto finanziario. L’uomo, disperato, stamattina intorno alle 10, è uscito di casa con la pistola e si è recato nelle campagne tra via Brescia e via Ponte Nuovo, località “Pedrera”, sulla sponda occidentale del fiume Oglio. Qui è stato ritrovato il suo corpo. Sono intervenuti sul luogo i carabinieri di Soncino, il nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Crema e il medico legale dell’ospedale di Crema. Il 51enne è stato trovato con in mano ancora la pistola semiautomatica di grosso calibro, risultata essere di sua proprietà. In base alla ricostruzione fatta dai carabinieri, il 51enne si è tolto la vita per il grave dissesto finanziario in cui versava la sua agenzia immobiliare. E’ esclusa responsabilità di terze persone. La salma è stata trasportata all’obitorio dell’ospedale di Crema, a disposizione della Procura della Repubblica del Tribunale di Cremona, informata dai carabinieri Soncino.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti