Politica
Commenta

RompiamoilPatto
Lega Nord contro
il Patto di Stabilità

Continua la querelle sul Patto di Stabilità, l’accordo dei paesi dell’Unione Europea, inerente al controllo delle politiche di bilancio pubbliche. “Anche a Crema – si legge nel comunicato della Lega Nord –, su iniziativa del capogruppo in consiglio comunale Alberto Torazzi, avrà luogo una assemblea pubblica di emergenza aperta per discutere e manifestare contro l’imposizione del “patto di stabilità” per gli enti locali”. Il Patto, infatti, fa sì che Il comune di Crema non possa “utilizzare per manutenzioni e opere pubbliche oltre 3 milioni di euro che in un periodo come quello attuale potrebbero essere ben spesi per dare una mano all’economia locale”.
Promotore dell’assemblea, è il comitato RompiamoilPatto.org, “un’iniziativa di alcuni sindaci che, andando oltre l’appartenenza politica, hanno deciso di fare fronte comune e chiedere a Roma la cancellazione definitiva del Patto di Stabilità”. Tra essi, si ritrovano i fondatori: il sindaco di Varese e Presidente dell’Anci Lombardia, Attilio Fontana, il sindaco di Chiuduno, Stefano Locatelli, il sindaco di Merate, Andrea Robbiani e il sindaco di Misano Gera d’Adda, Daisy Pirovano”.
A seguito dell’assemblea, verrà attuata una “seconda fase”, nella quale avverrà l’illustrazione del documento che sarà presentato in consiglio comunale per chiedere a Roma di eliminare per sempre il Patto di stabilità”.
L’assemblea si terrà questa sera, 25 ottobre, alle ore 20.45, al Palazzo della Provincia, in Matteotti 39, a Crema.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti