Commenta

Nuovo look e più luce ai giardini pubblici,
intervento da 145mila euro

“Un nuovo modo di vivere e scoprire il territorio e i suoi beni culturali nel parco cicloturistico della media pianura lombarda”. Questo il titolo del progetto che l’associazione Pianure da Scoprire presenterà alla Fondazione Cariplo per un finanziamento di una serie di progetti. Un bando al quale partecipano 12 comuni, (oltre a Crema, Cassano d’Adda – capofila – Brignano Gera d’Adda, Comun nuovo, Lurano, Melzo, Mozzanica, Palazzo Pignano, Pagazzano, Romano di Lombardia, Treviglio, Vignate) tre parrocchie (Lurano, Misano di Gera d’Adda e Romano di Lombardia) e l’associazione stessa, e che per Crema si traduce in un intervento ai giardini di Porta Serio. Un intervento da 145mila euro per rimettere a nuovo l’intero giardino, sia in termini di estetica che di sicurezza.
“Si tratta – spiega l’assessore all’ambiente e mobilità, Giorgio Schiavini – di un progetto al quale prendiamo parte insieme ad altri comune ed enti per intervenire e migliorare il patrimonio storico e culturale. E per Crema l’intenzione è di intervenire sui giardini pubblici. Un recupero e una riqualificazione nell’ottica di migliorarne la fruibilità e la sicurezza. Si va da interventi sulle strutture: dai muretti al vialetto centrale in porfido a quelli in ghiaia, fino alla realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione, senza sconvolgere quello che sono i giardini ora. In pratica un riordino”.
“Si tratta di un intervento con una doppia finalità: la valorizzazione di uno spazio storico e la sicurezza. – fa eco l’assessore ai Lavori Pubblici, Fabio Bergamaschi – L’intendo è da un lato di valorizzare i nostri giardini che sono un patrimonio e dall’altro di garantire maggiore sicurezza, nell’ottica di un progetto partito con l’illuminazione di piazza Garibaldi per arginare gli episodi di vandalismo e microcriminalità e che ora si conclude con lo stesso scopo ai giardini che fanno parte dello stesso comparto”.
Un intervento da 145mila euro per il quale, se finanziato, il bando coprirà circa il 40 o 50% a fondo perduto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti