Commenta

Al via altreStorie, la
letteratura protagonista in città,
ma fioccano le polemiche

E’ tutto pronto per altreStorie, il festival della letteratura per bambini e ragazzi che da stasera, giovedì, e per i prossimi quattro giorni animerà la città con laboratori, incontri, letture animate, mostre.
Dedicata, come detto, al mondo dell’infanzia e dei ragazzi, altreStorie ospiterà autori, narratori, illustratori di fama nazionale e internazionale.
Taglio del nastro stasera alle 21 in sala Pietro da Cemmo con Alessandro Sanna, illustratore, che presenterà in anteprima “ Fiume lento. Un viaggio lungo il Po”. Un libro che racconta una storia per immagini fatta di acquerelli realizzati dall’autore. Protagonista sarà l’amore per un fiume, il Po, raccontato in quattro diverse parti corrispondenti a ciascuna stagione. La serata sarà introdotta da Valerio Ferrari, mentre la presentazione del libro è scritta da Ermanno Olmi.
Il festival prosegue poi venerdì sabato e domenica con un programma fittissimo di incontri con autori e autrici, letture e narrazioni, laboratori e maratone di letture. Per citare alcuni degli ospiti che arriveranno in città: i tre vincitori delle ultime edizioni del Premio Andersen, Emanuela Bussolati, Chiara Carminati e Fabrizio Salei, una grande scrittrice americana, Nora Relaigh Baskin, Beatrice Masini recente finalista al Premio Campiello, Arianna Papini finalista al Premio Strega e recente finalista al premio Campiello con il suo primo romanzo per adulti. Non mancheranno, ad animare questo festival, i nostri concittadini come Peppo Bianchessi, Matteo Gubellini e Nicola Cazzalini.
Tanti gli appuntamenti ludici ma anche tante le occasioni per pensare: si parlerà di differenza, autismo, dislessia e di diritti, soprattutto domenica con l’incontro con Viviana Mazza che racconterà la storia di Malala Yousafzai, la ragazza pakistana, candidata al premio Nobel per la Pace, che ha lottato per il diritto all’istruzione delle ragazze pakistane.
Infine da ricordare l’esposizione “Mostri Selvaggi In Mostra” dedicata alle creature di Maurice Sendak, illustratore americano, uno dei maestri della letteratura per l’infanzia, omaggiato da 50 illustratori italiani per celebrare i 50 anni del suo libro più celebre” “Nel paese dei mostri selvaggi” . Dal 3 al 6 ottobre nel Chiostro del Museo Civico, Piazzetta Winifred Terni de Gregory, dalle ore 9 alle 22,30.
Insomma ci sarà l’imbarazzo della scelta per il programma ampio e differenziato e soprattutto dislocato in tutta la città.
Per partecipare ai laboratori è importante ricordarsi di prenotare. Per le scuole scrivere a orientagiovani: orientagiovani@comune.crema.cr.it Per le famiglie e il tempo libero prenotarsi on line sul sito www.orientagiovani.it
LA POLEMICA DEL PDL
L’inizio del festival corrisponde però con il deposito da parte del Pdl di una interrogazione del gruppo consiliare del Pdl, che fin dall’inizio non ha mai nascosto le perplessità in merito alle spesa per l’organizzazione della kermesse affidata ad una associazione modenese, e a Eros Miari.
Senza mettere in discussione la professionalità di quest’ultimo il Pdl mette in evidenza il fatto che molti degli autori presenti al festival sono già negli anni passati stati ospiti in città.
“Per quattro giorni son stati raccolti circa 25000 euro (da preventivo) dagli sponsor: così vengono sottratti ad altri progetti o interventi dell’amministrazione più urgenti, per manifestazioni organizzate ancora dal personale del comune (come si capisce dai ringraziamenti del sindaco), i cui introiti andranno a chi sa chi, per fare repliche di incontri già avvenuti a Crema ma a minori costi. L’unica differenza? Portarli nei quartieri. ma anche qui, ne son capaci sia il personale del comune sia le associazioni cremasche, visto che hanno appena realizzato un percorso analogo estivo”, affermano i consiglieri del Pdl, Laura Zanibelli, Simone Beretta e Renato Ancorotti, che ora chiedono risposte al sindaco.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti