Commenta

Sponsor e manifestazioni, è scontro
Pdl:”Togliete soldi alle associazioni”
Sindaco: “Risponderete in solido
per il milione alla Charis”

Contributi, sponsor e manifestazioni, è duro scontro tra il sindaco Stefania Bonaldi e il gruppo del Pdl in consiglio comunale. A scatenare la reazione del primo cittadino la richiesta di delucidazioni da parte del gruppo del Pdl che in una interpellanza aveva messo alla gogna il festival I Manifesti organizzato dall’associazione Le Muse con la collaborazione dell’amministrazione. Il festival da sempre indigesto al Pdl per la ricerca diretta di sponsor da parte dell’amministrazione è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso, e ha portato il sindaco Bonaldi, dopo un’estate di accuse rivolte alla varie manifestazioni organizzate da comune e realtà culturali non sempre cremasche a puntare duramente il dito contro il Pdl ricordando il milione di euro arrivato in città e destinato alla Fondazione Charis per la realizzazione della cosiddetta scuola di Cl.
IL MILIONE ALLA CHARIS
Milione di euro che ora la Regione avrebbe chiesto al comune di restituire. E così, il primo cittadino, messo sotto accusa per il Festival e per aver cercato sponsor sottraendoli, secondo Laura Zanibelli del Pdl, alle associazioni di volontariato cremasche sempre alla disperata ricerca di contributi, ha ribattuto duramente dicendosi pronta a chiedere all’allora giunta guidata da Bruno Bruttomesso di rifondere in solido il milione di euro qualora la Regione lo richiedesse al comune. “Chiedo a voi dove eravate, signori Beretta, Zanibelli e Ancorotti, quando il comune di Crema accettava di essere individuato ente attuatore per la scuola di Cielle della Valcarenga, così acconsentendo di fare passare per il tramite del Bilancio Comunale 1milione di euro destinati alla Fondazione Charis e diventando esplicitamente garanti della corretta esecuzione dell’intervento. Come dicevo, lo zelo di oggi non era ancora maturato in voi, ed è un peccato perché quel milione di euro è divenuto un debito per la nostra gente, un debito di cui la regione Lombardia invoca dal Comune di Crema la restituzione. Se insisterà in questa direzione, state pure certi che questa amministrazione chiederà a voi di rispondere in solido e si costituirà anche parte civile per i danni morali, e non solo materiali, che questa vicenda le ha procurato“.
Sul banco degli imputati, dopo le accuse al festival I Manifesti costato in totale 34mila euro finanziati da sponsor e 10mila euro massimi (8mila secondo i primi calcoli) al comune di Crema per la fornitura di spazi e service, il concerto dei Pooh organizzato dalla precedete amministrazione. Concerto che, secondo quanto riferito dal sindaco Bonaldi sarebbe costato alle casse comunali 9.335 euro per la logistica e 36mila euro di contributo da parte del comune.
FINANZIAMENTI SOTTRATTI ALLE ASSOCIAZIONI
Una risposta che però non ha lasciato indifferenti i consiglieri del Pdl che per bocca di Zanibelli hanno immediatamente contrattaccato: “Evidentemente la Regione ha titolo per chiedere il milione di euro così come il comune ha il tempo per rifarsi su un altro ente. Ma qui il problema non è il milione di euro, visto che sappiamo tutti che con quel contributo ne è arrivato anche un altro alla scuola Manziana, ma il vostro atteggiamento verso le scuole paritarie”, ha esordito la capogruppo del Pdl che poi ha accusato il sindaco di sottrarre sponsor alle associazioni del terzo settore.
Se il comune continua a chiedere sponsor per i suoi eventi è chiaro che non ce ne saranno più per le associazioni di volontariato. E questo solo per dare lustro alla vostra capacità di organizzare eventi. Lo stesso vale per AltreStorie per la quale saranno spesi altri 25mila euro e cercati nuovi sponsor. D’ora in avanti dirò alle associazioni di rivolgersi al comune per trovare finanziamenti per i loro progetti”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

.

© Riproduzione riservata
Commenti