Economia
Commenta1

Saldi, ripresa molto timida
Male aperture serali e festive
La fotografia di Asvicom

Berlino Tazza, presidente Asvicom

La ripresa non si vede ancora. A dimostrarlo l’andamento dei saldi estivi conclusi da circa una settimana che non hanno fatto registrare il boom di vendite, ma una situazione molto altalenante e variabile di settimana in settimana. Meglio il mese di agosto rispetto a quello di luglio. Segnali positivi per l’abbigliamento, meno per le calzature. E soprattutto vendite solo negli orari convenzionali: niente picco nelle serate, durante gli eventi o nei giorni di apertura festivi. Anche se per qualcuno i ribassi di quest’anno hanno fatto segnare un più 20% rispetto alla scorsa estate. Quindi un piccolo segnale positivo. Questa la fotografia della stagione a Crema fatta da Asvicom che rivela che “sono proprio i commercianti a esplicitare di non avere grandi aspettative per la stagione autunno-inverno anche se, ammettono, il clima di cauto ottimismo ha contribuito all’umore dei cittadini che hanno così investito qualcosa in più per fare acquisti”
“Ora ci si attende che l’eco delle riforme, già varate o da varare, si faccia sentire e possa incidere concretamente sulle famiglie italiane, facendole davvero risparmiare e consentendo loro, dunque, di far veramente ripartire i consumi”, dichiara Berlino Tazza, presidente di Sistema Commercio e Impresa – Asvicom Cremona.
“Anche i commercianti dei centri di Crema e Cremona hanno mostrato una timida positività e, con estrema razionalità, ci hanno esposto che si aspettano di vedere risultati concreti tra un anno almeno, non prima”. E continua: «Tutti gli imprenditori continuano a constatare gli effetti della crisi, effetti che colpiscono soprattutto la classe media. Sono proprio i commercianti che vendono prodotti dedicati a questa fascia ad accusare maggiormente il colpo”. Il prossimo appuntamento con i saldi è subito dopo Natale, nel gennaio 2014. Sperando che qualcosa di positivo si muova.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti