Commenta

Videoton vincente
in casa, 4 a 2
contro la Renatese

Un incontro dal tasso tecnico altissimi è andato in scena ieri sera in quello che ormai dagli addetti ai lavori è stato soprannominato PalaVideoton, al secolo l’Alina Donati di Via Toffetti.
Da una parte il Videoton Crema che saluta i propri tifosi accorsi in oltre un centinaio al palazzetto per partecipare ad una serata di sport e di allegria, grazie anche alla collaborazione del pub ombrianese Prince’s Tower che per l’occasione ha allestito uno stand gastronomico proprio all’interno del piazzale dell’impianto sportivo.
Dall’altra parte l’agguerrita formazione renatese di Mr. Matteo Vergani, che si presenta in quel di Crema tutt’altro che convinta a rivestire il ruolo della timida cenerentola neopromossa pur presentando una rosa di giocatori molto giovane.
L’inizio del match è subito su ritmi indiavolati con il Videoton Crema ad avere in mano il pallino del gioco e sfiorando, nei primi 15 minuti,ben quattro volte la rete con gli imprendibili Santabarbara e De Freitas che però a pochi passi dal numero uno ospite Alborghetti mancano di un soffio il bersaglio.
Di contro la Renatese gioca d’astuzia sfruttando un buon possesso palla in fase costruzione, scoprendosi così molto poco alle sortite cremasche e provando ad impensierire Sardi dalla distanza. Così a metà frazione i ritmi calano un po’, le fatiche del precampionato non sono ancora perfettamente smaltite, ed il gioco declina verso quella che sarà per i cremaschi un po’ la chiave di volta dell’incontro. A pochi minuti dal termine del primo tempo infatti, mentre le squadre sembrano ormai orientate a chiudere i 20 minuti senza farsi troppo male e a recuperare le energie per affrontare la ripresa, arriva il gioiellino del brasiliano De Freitas da calcio di punizione.
Combinazione al limite con Taranto e palla sotto l’incrocio dei pali per i vantaggio rossoblu che manda le squadre a riposo.
Il secondo tempo vede la Renatese in campo con più piglio ma la pressione degli ospiti si spegne sulla traversa colpita dal ventenne Longoni. Poi è solo Videoton. De Ieso, allenatore in campo, ricompatta le fila mentre dalla panchina la lettura di Mr. Valente porta Taranto tra le maglie difensive orange. In pochi minuti il Videoton va alla conclusione ben 6 volte colpendo due legni con Taranto prima e con Vanelli poi, ma il risultato resta sempre sull’uno a zero.
Intanto il match sale notevolmente di tono con la Renatese che abbassa definitivamente la maschera e si lancia in avanti alla ricerca del pareggio che arriva alla seconda vera occasione della partita. È Mosca, che liberatosi della marcatura del generosissimo Taranto, trova dal limite un destro ad incrociare che si infila tra il palo e la mano di Sardi.
Palla a centrocampo ed il Videoton Crema reagisce subito, con lo stesso Taranto che da lì ad un minuto fa si fa perdonare l’errore difensivo punendo sottomisura Alborghetti in uscita quando mancano circa 3 minuti alla fine del match e mandando in visibilio il PalaVideoton.
Ma nel futsal nulla è definitivo fino alla sirena del cronometrista e così a due minuti dal termine arriva l’occasione per i renatesi di rimettere in equilibrio l’incontro. Sesto fallo guadagnato d’astuzia dal diciannovenne Incalcaterra. Batte a sorpresa il portiere Alborghetti, Sardi respinge ma si avventa sulla sfera come un rapace Incalcaterra che spinge pallone in fondo al sacco quando manca poco più di un minuto al triplice fischio. Tutto da rifare per i cremaschi.
De Freitas mette palla a terra e innesca Taranto che va a procurarsi una nuova punizione dal limite. De Ieso chiama dalla panchina un secondo schema e Porta, in un batter d’occhio, si trova il bersaglio grosso spalancato davanti. Il furetto di Bresso non può sbagliare ed il Videoton è di nuovo davanti.
Pressione forsennata della Renatese nei secondi finali e De Freitas guadagna il sesto fallo per il tiro libero rossoblu quando mancano due secondi alla sirena. Rincorsa di Lopez e rasoiata a fil di palo per il 4 a 2 definitivo e per una festa all’Alina Donati che durerà da lì all’una di notte.
Ma non c’è il tempo per troppi festeggiamenti perché fra cinque giorni tra le mura si presenterà il Bocconi sport Team, intenzionato a recuperare con le unghie e con i denti, il passivo (4 a 0 per il Videoton Crema) subìto nel primo turno di coppa Italia dieci giorni fa.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti