Cronaca
Commenta

Chiama anonima evita
furto nella chiesa di Spino
Identificata coppia non nuova
a furti delle elemosine

Furto di elemosine sventato grazie ad un anonimo che ha chiamato i carabinieri. Erano circa le 12,30 di domenica quando un cittadino di Spino d’Adda ha notato due persone sospette, un uomo e una donna molto grassa, che si aggiravano intorno alla chiesa parrocchiale, dopo aver parcheggiato la propria Nissan di color verde. L’uomo, insospettito dal fare dei due, ha quindi chiamato i carabinieri di Pandino per segnalare la presenza. I militari, giunti sul posto hanno effettivamente trovato la coppia, lui egiziano di 32 anni e lei italiana 31enne. I due sono stati portati in caserma e identificati: si tratta di una coppia non nuova a furti nelle chiese e nelle basiliche. Residenti a Pesaro ma dimoranti in un campo a Mecenate, i due si sono già resi responsabili di un furto di 500 euro dalle elemosine della basilica di Loreto nella Marche. La coppia recentemente era stata identificata qualche tempo fa, insieme ai fratelli di lei, pregiudicati, sul sagrato della chiesa di Assisi. Purtroppo, nonostante i precedenti, i carabinieri non hanno potuto contestare alcunché alla coppia, visto che da un controllo nella chiesa di Spino d’Adda non è risultato mancare nulla.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti