2 Commenti

Rapina a Romanengo
Catturati i banditi,
uno ferito dal commesso

AGGIORNAMENTO – Sono stati catturati due ore dopo la rapina i due banditi che nel pomeriggio di oggi hanno messo a segno un colpo a mano armata ai danni del supermercato Dipiù di via delle Industrie a Romanengo. Sono stati fermati dai carabinieri a Romano di Lombardia, in territorio bergamasco. Sono entrambi italiani, pregiudicati. Uno dei malviventi, un 44enne bergamasco, è stato ferito con un coltello da macellaio dal commesso del supermercato, fratello della dipendente minacciata, ed ora è ricoverato in gravi condizioni in ospedale di Romano di Lombardia. Anche il complice, 63 anni, monzese, è piantonato in ospedale.

Le fasi della rapina: un uomo armato di pistola con il volto coperto da una calzamaglia è entrato nel supermercato Dipiù e ha minacciato la cassiera, costringendola a farsi aprire la cassaforte. Improvvisamente, mentre il rapinatore esplodeva colpi in aria, è arrivato il commesso armato di coltello che è riuscito a ferire il rapinatore, facendolo cadere a terra e facendogli perdere la pistola. Nel frattempo il complice all’esterno, a bordo di una Fiat Panda rossa rubata in provincia di Bergamo, ha fatto retromarcia infrangendo la vetrina del supermercato. Il rapinatore all’interno è riuscito ad alzarsi e ha raggiunto il compagno balzando in auto, lasciando dietro di sé una lunga striscia di sangue nel parcheggio del supermercato. La loro fuga è durata poco.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ITA

    63 anni, pluripregiudicato, condannato all’ergastolo per:
    concorso in omicidio,
    sequestro di persona,
    rapine,
    spaccio di droga.
    Dulcis in fundo… La rapina di ieri l’ha commessa mentre era sottoposto agli arresti domiciliari.
    Che bel personaggino…
    Chissà se la legge italiana riuscirà nell’ardua intesa di a far uscire ancora dal carcere questa bravissima personcina.

  • M.M

    Medaglia d’oro al commesso. Peccato che il ladro è scappato ma gli auguriamo una lenta agonia