Cronaca
Commenta5

Dopo l’aggressione
animalisti in protesta
Manifestazione a Dovera

Nella foto, il corteo a Capralba
Il video dell’inseguimento degli animalisti da parte del proprietario dell’allevamento di visoni di Dovera, ha riacceso un dibattito e riportato l’attenzione sulla presenza anche nel Cremasco di molti allevamenti di visoni, alcuni aperti da anni, altri in fase di realizzazione. Allevamenti contro i quali gli animalisti si stanno battendo ormai da tempo, con manifestazioni, (ultima quella a Capralba qualche mese fa), banchetti e distribuzione di volantini, anche nei comuni dove dovrebbero sorgerne di nuovi, come Capergnanica e Offanengo. E anche domani, nonostante le scuse del proprietario Giorgio Moroni, gli animalisti di Nemesi Animali, saranno a Dovera a manifestare con un presidio di fronte all’allevamento in località San Rocco e per impedire che un secondo allevamento venga aperto. “Sappiamo che a Dovera vogliono aprire un nuovo allevamento. Abbiamo incontrato il sindaco e chiesto che in qualche modo l’amministrazione si esprima e accolga le richieste di una crescente parte della popolazione. Ci è stato promesso l’impegno a discutere le nostre proposte, ma saremo comunque in piazza per incontrare i cittadini e mostrare cosa nascondono questi allevamenti”, affermano gli attivisti di Nemesi Animale. L’appuntamento, a cui sono attesi parecchi animalisti, è alle 17 in piazza XXV Aprile, di fronte al municipio di Dovera. Alle 18,30 i manifestanti si trasferiranno di fronte all’allevamento di Moroni in località San Rocco.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti