Un commento

Attimi di panico a Ricengo
Si pensa ad una fuga di gas
ma poi l’odore se ne va

AGGIORNAMENTO – Attimi di panico intorno alle 15 a Ricengo, quando un forte odore di gas metano ha invaso parecchie case del paese, soprattutto in via Roma e in via Marconi. Un odore talmente forte che molti cittadini, convinti di una fuga di gas nella propria casa sono usciti per strada dove lo stesso odore era persistente. Un quarto d’ora, prima che l’odore iniziasse a diminuire, almeno nelle vie, in cui parecchi cittadini hanno allertato le società di gestione degli impianti di metano. Mezz’ora dopo i tecnici della Stogit, hanno telefonato al primo cittadino, Feruccio Romanenghi, in questi giorni lontano da Ricengo, per avvisarlo di alcuni lavori di pulizia che stavano svolgendo nel serbatoio del paese, e per rassicurare che nel serbatoio non era contenuto gas bensì acqua. Usciti anche i tecnici della Gei, gestori della distribuzione del gas, chiamati dal tecnico comunale per una verifica, ma nulla è risultato fuori posto. Tornata quindi la calma in paese, anche se non si conosce ancora la causa del forte odore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giacomo

    …Non si finisce mai di imparare, incredibile (nel vero senso della parola):

    un serbatoio della Stogit a Ricengo pieno d’acqua che emana puzza di metano se viene lavato.

    Veramente interessante, chi l’avrebbe mai detto e scritto ?