Feste e turismo
Commenta

A Agnadello,
Pandino e Spino d’Adda
la notte diventa ‘rosa’

Notte rosa a Agnadello, Pandino e Spino d’Adda. Ad organizzare lo shopping sotto le stelle i commercianti dei tre comuni. Un ricco programma di animazione ed eventi con negozi aperti nei tre centri cremaschi

L’evento, come spiegano gli organizzatori, è un segnale tangibile del dinamismo del Distretto Visconteo, una testimonianza della volontà di farlo crescere. All’iniziativa hanno aderito con entusiasmo più operatori di quanti avevano partecipato alle precedente edizioni dello “Sbaracco” di cui la “Notte Rosa” è chiamata a raccogliere l’eredità.  “Si tratta di imprese che hanno voluto mettersi in gioco. – spiegano gli organizzatori – Con la “Notte Rosa” vogliono invitare a riscoprire i nostri paesi che le attività del commercio contribuiscono a mantenere vitali”.

Accanto ai negozi aperti non manca un ricco programma di iniziative, così da rendere la serata una vera e propria festa e caratterizzare la  manifestazione.

A partire proprio da Agnadello. Dove sono state coinvolte anche le associazioni locali. Moltissime scenderanno in piazza con i loro gazebo, rendendo ancora più interessante la serata. A partire dall’Avis che organizzerà, insieme all’asilo, uno spazio dedicato ai più piccoli, con tanto di giochi, esposizione di disegni, trampolieri e clown trucca bimbi a rendere divertente la serata. Ai più grandi è dedicato (in piazza Castello) l’ “Angolo delle cerimonie”, con una sfilata di abiti da sposa. Guarda invece alla storia locale la mostra organizzata in via Dante. Guarda alle tradizioni locali anche la Pro loco, con una animazione legata al teatro dialettale, coinvolgendo il pubblico. Non manca, poi tanta musica, dal vivo a ad accompagnate l’esibizione di balli latino americani (dalle 22) sulla piazza davanti alla chiesa. La “Notte Rosa”, infine si concluderà all’oratorio, con una gradita sorpresa per tutti i partecipanti.

“Con la “Notte rosa” – spiega soddisfatta Magda Braga, che guida i commercianti di Agnadello –  siamo davvero riusciti a coinvolgere tutto il paese. Ci sono i negozianti, ma anche le altre realtà economiche, con la Banca dell’Adda o la Domus Costruzioni, che peraltro sostengono anche l’iniziativa insieme a “Il Cigno”, e le associazioni di volontariato, come l’Aido o il gruppo culturale, o del mondo sportivo. proprio per sottolineare questa coralità abbiamo deciso il “gran finale” negli spazi della parrocchia”.

Non meno interessante la proposta di Pandino. Anche in questo caso il programma è tanto ricco quanto coinvolgente, capace di incuriosire un pubblico eterogeneo e di ogni età. Si inizia con uno spettacolo per i bambini, dalle 20,30, con il mago Charlie David. Poi, al calare della sera, è in programma l’esibizione di fitness del centro sportivo “Blu Pandino”.

Davvero ricco di motivi di interesse anche il programma messo a punto a Spino. Dove ogni via o piazza sviluppa un tema spedifico.Via Martiri delle Liberazione è dedicato ai “Vecchi motori e fiumi di parole”. Perché all’esposizione di motociclette d’epoca e alle Harley (si tratta comunque di istant classic) si unisce  l’accompagnamento musicale. Non manca, nella stessa via, uno spazio bimbi con i giochi gonfiabili. Piazza XXV Aprile è dedicata a “Profumi sapori e colori di Spino che guardano la Romagna”. Evocata attraverso le canzoni di liscio interpretate da “Pierino e i Tobaris”. Via Manzoni, invece, guarda al passato con la “Notte Rosa d’altri tempi”, con musica degli anni Sessanta e Settanta. Del tutto particolare l’atmosfera di via Roma, con le sonorità sofisticate ed eleganti del “Jazz for You”. Più attuale la proposta di via Quaini con il Kristal in Rosa e un dj che rilegge i successi che negli ultimi mesi hanno scalato le hit parade. La stessa musica che risunerà in via Fratelli Rosselli, dove non mancherà qualche altra sorpresa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti