Commenta

Una rete a sostegno del Cre
A chiederla sono le minoranze
Mozione per impegnare il sindaco

Una rete di sostegno per il Cre. A chiederla a gran voce le minoranze consiliari: Pdl, Servire il cittadino, Solo cose buone per Crema e Lega Nord. Una richiesta portata avanti tramite una mozione che impegnerebbe il sindaco Stefania Bonaldi a farsi garante e promotore di una rete con le banche e i privati perché creino un fondo ad hoc per sostenere le attività del Centro di riabilitazione equestre, già fortemente penalizzate dalla chiusura degli uffici e della limitazione degli spazi all’interno dell’area degli ex Stalloni, dichiarata inagibile da qualche mese.

“L’attività del Cre – scrive la capogruppo del Pdl, Laura Zanibelli, anche a nome degli altri consiglieri – continua nonostante gli ultimi disagi ed in attesa della miglior definizione della convenzione con la Regione Lombardia-Ersaf. Riteniamo però che il territorio debba anche farsi carico responsabilmente di questa realtà che, come tutti sanno, opera grazie alla disponibilità degli spazi ma anche agli introiti che derivano da rette (per il 30 % circa) e altre raccolte fondi. Avere un territorio che dia un evidente segnale di sostegno all’opera, anche economicamente, non può che esser importante nei confronti di tutti gli attori coinvolti, a vario titolo. Il sindaco – prosegue – potrebbe promuovere una sorte di rete sul territorio, allargata tra Cre e banche e realtà private, di durata triennale, per produrre quel sostegno  che sia garanzia di operatività nel futuro; una rete fondamentale per il Cre cui si potrebbe anche aderire con un contributo annuale anche minimo. Un incontro era stato previsto il 28 maggio ma, a seguito di uno spostamento di un incontro in Regione, il sindaco l’ha rinviato. Crediamo che l’opera del Cre vada comunque sostenuta, e tenendo conto anche dei processi decisionali delle realtà sul territorio, potenzialmente interessate al sostegno del Cre, riteniamo utile non prolungare oltre la convocazione di un incontro a tale scopo. Riteniamo che vadano sempre perseguite le sinergie tra istituzione comunale e realtà locali, soprattutto se servono per manifestare interesse, coinvolgimento, sostegno territoriale ampio ed allargato, quando crediamo in un’opera quale quella del Cre”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti