Cronaca
Commenta1

Comunità Sociale Cremasca,
Capetti lascia la presidenza
Nel Cda Maria Beretta

Ora è ufficiale: Luciano Capetti da martedì 11 giugno non sarà più il presidente di Comunità Sociale Cremasca. L’annuncio oggi a palazzo comunale insieme al sindaco Stefania Bonaldi e all’assessore al Welfare, Maria Beretta, suo probabile successore. Con le dimissioni di Luciano Capetti decade l’intero Cda, composto da un membro per ognuno dei sei sub-ambiti. Capetti, che ha ricevuto il plauso del sindaco Bonaldi, lascia un’azienda con un bilancio di 5milioni e 350mila euro, portata avanti con l’accordo di tutti i 48 comuni che fanno parte dell’azienda speciale. E per il futuro Cda e il futuro presidente, che con ogni probabilità sarà proprio l’assessore Beretta, visto che da prassi, il ruolo viene assegnato al rappresentante del comune capofila, Crema, un duro lavoro. L’emergenza, segnata oggi da Capetti, ma risaputa, è quella dei minori allontanati o arrivati soli nel Cremasco. Un intervento che alle casse di Comunità sociale costa circa un milione e mezzo di euro. Sono infatti 400 i minori di cui l’azienda si occupa. Altra tegola sulla testa del futuro Cda: l’incertezza dei trasferimenti che non hanno ancora permesso al Cda di stendere il bilancio. In scadenza anche il contratto del direttore Davide Vighi, che sarà comunque prorogato fino a dicembre. Ora ai comuni dei sub-ambiti il compito di indicare i membri del futuro Cda che dovrà portare avanti grandi sfide, lavorando in sinergia. La prossima riunione dei soci il 13 giugno. Nell’occasione la presidenza sarà detenuta da Roberto Gandioli, assessore ai Servizi Sociali di Soncino. Poi la nomina dei membri e l’elezione del presidente. Presumibilmente l’iter sarà completato entro luglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti