Commenta

Centrale pompaggio gas,
Alloni: “Decisa all’ultimo
si poteva evitare”

“La stazione di pompaggio della rete Snam verrà realizzata a Sergnano accanto alla centrale di stoccaggio. Senza Via e soprattutto senza un motivo preciso”. Lo dice Agostino Alloni, consigliere regionale del Pd, che ha in mano una delibera regionale che lo dimostra.

“Venerdì scorso, nella seduta di giunta, è stata approvata una delibera che autorizza una variante di tracciato al metanodotto Cremona-Sergnano e Zimella-Cervignano d’Adda, in comune di Sergnano. In pratica, dalle planimetrie si vede che viene creata come un’ansa, rispetto al rettilineo del tracciato, per la creazione di quello che viene definito impianto di compressione gas”, spiega Alloni.

Le due strutture si troveranno così una accanto all’altra, ma secondo il consigliere Pd, la decisione è stata presa solo di recente “altrimenti lo spazio per la stazione di pompaggio sarebbe già stato previsto a suo tempo e società di gestione e Regione non sarebbero state costrette oggi a prevedere un’incurvatura del tracciato”.

Per Alloni questo dice “chiaramente che ciò che sostenevo, ovvero che la stazione poteva benissimo essere prevista più a ovest o più a est, comunque lontano da lì, era vero: tant’è che non esisteva nei progetti iniziali. E quindi non c’era un motivo stringente per realizzarla in quel punto”.

Si conferma, insomma, quello che Alloni ha ribadito recentissimamente in Consiglio regionale: “A Sergnano abbiamo il problema dell’inquinamento, riscontrato anche di recente, a febbraio scorso, in un territorio dove, oltre tutto, esiste una sismicità indotta. Eppure si vuole andare a costruire proprio in quel sito già così problematico, una nuova stazione di pompaggio che potrebbe essere posizionata anche a distanze maggiori e non cambierebbe nulla”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti