Cronaca
Commenta7

Contro la moschea firmano in 800
Consegnata al sindaco
la petizione della Lega Nord

Uno dei gazebo di raccolta firme

Circa 800 firme per dire no all’insediamento a Crema di un luogo di culto per i musulmani. A consegnarle i rappresentanti della Lega Nord che da circa otto mesi stanno raccogliendo firme a Crema e nel Cremasco. Firme di cittadini contrari all’insediamento di un qualsivoglia luogo dove gli islamici possano andare a pregare. A sottoscrivere la petizione popolare soprattutto cittadini di Ombriano, luogo deputato per la realizzazione di questa musalla che dovrebbe sorgere in via Milano.

Nel dispositivo finale i sottoscrittori chiedono che il sindaco Stefania Bonaldi, e la Giunta Comunale, non adottino, in assenza di quanto osservato in precedenza, atti amministrativi tali da consentire l’insediamento di “Centri Culturali”, “Moschee” ed altri “Luoghi di Culto”, afferenti alla religione musulmana.

E che: L’amministrazione comunale valuti concretamente la possibilità di attuare quanto disposto dall’articolo 36 comma “f” dello Statuto Comunale, vale a dire la “realizzazione di ricerche e sondaggi presso i cittadini” sul tema oggetto della presente petizione.

“Questa – commenta il segretario Dino Losa – è solo la prima trance di firme, perché continueremo a raccoglierle, visto che sono tanti i cittadini che ci chiedono di poter firmare. Ora attendiamo che il sindaco convochi il prima possibile un consiglio comunale e metta in discussione la nostra petizione, perché i cittadini vogliono risposte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti