Cronaca
Commenta1

Lotta alla ludopatia, via libera
alla mozione del M5S:
‘Ora misure di contrasto’

Soddisfazione da parte del Movimento 5 Stelle Cremasco dopo il via libera da parte dell’intero consiglio comunale della sua mozione contro la ludopatia. Una altro passo avanti alla lotta al gioco d’azzardo in città. I primi passi sono stati mossi dall’amministrazione con l’aumento dell’Imu al massimo per le sale slot e l’adesione al ‘Manifesto dei sindaci contro il gioco d’azzardo’. Ora con la mozione del Movimento 5 Stelle presentata da Alessandro Boldi e Christian Di Feo, altre azioni importanti saranno messe in campo. A partire da un contrasto sul territorio con una tassazione per tutte quelle attività che ospitano video lottery, all’accordo con i comuni limitrofi per evitare che coloro che lasciano la città per via dell’aumento della pressione fiscale si insidino in altri comuni.

“Il MoVimento 5 Stelle Cremasco esprime la propria soddisfazione per la larga condivisione ottenuta dalla mozione in merito alla ludopatia. Grazie al testo presentato e perfezionato dagli emendamenti dei vari gruppi, ora partiranno da Crema azioni in una duplice direzione per contrastare il fenomeno: in primo luogo, verranno prese misure dirette sul territorio comunale volte a disincentivare l’adottare e, quindi, il proliferare delle video lottery, il tutto attraverso un controllo più mirato sul reale collegamento alla rete telematica e una tassazione, nei metodi e modi previsti per legge, di tutte quelle attività e locali che ospitano questi giochi d’azzardo. In secondo luogo, il Sindaco si adopererà per divulgare questi metodi anche nei comuni limitrofi, al fine di non permettere a questo tipo di attività di emigrare, spostando, quindi, il baricentro del gioco d’azzardo. Ci auspichiamo, inoltre, di trovare la massima collaborazione anche da parte dei gestori di tutte quelle attività che ospitano le video lottery, rendendoli partecipi del fatto che questa attività, per quanto possa essere fonte di guadagno, è indubbiamente una delle fautrici del degrado sociale che li circonda”, commenta il Movimento 5 Stelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti