16 Commenti

‘Islam e moschea’, la Lega
raccoglie ancora firme
e ne parla con Magdi Allam

Continua la lotta della Lega Nord contro l’insediamento di un luogo di culto per i musulmani in città. Una battaglia iniziata fin dal primo momento, quando si era diffusa la voce che si volesse realizzare in città una moschea. Ma anche se di moschea non si tratterà, ma di un semplice luogo dove le persone di fede islamica residenti in città potranno incontrarsi per pregare, il Carrocio ha continuato la sua battaglia, esprimendo con forza la sua contrarietà a qualsiasi luogo di preghiera, moschea o luogo di culto che sia, per i musulmani.  Nell’ultimo fine settimana, in contemporanea con la raccolta firme contro la cancellazione del reato di ingresso clandestino nel paese, a i gazebo organizzati a Crema dalla Lega Nord era infatti ancora possibile sottoscrivere la petizione popolare contro l’ipotesi di insediamento di un centro culturale arabo in città.

“Numerosi – spiega il segretario Dino Losa – sono stati i cittadini che hanno posto la loro firma in calce alle petizioni proposte. In particolare molta attenzione ha raccolto quella inerente la problematica sul centro culturale che l’amministrazione comunale vorrebbe insediare nel quartiere di Ombriano. Una petizione sarà consegnata all’attenzione del sindaco Stefania Bonaldi i primi giorni della prossima settimana”. Quante siano le firme il segretario Losa non lo sa ancora quantificare. “Non so ancora – risponde – perché molti moduli di raccolta firme non sono ancora stati riconsegnati. Tra qualche giorno sapremo quantificare”.

I cittadini potranno firmare la petizione durante la serata di approfondimento sul tema “Islam e moschea” alla quale prenderà parte anche Magdi Cristiano Allam, presidente del Movimento politico Io amo l’Italia. L’incontro al quale prenderanno parte anche la senatrice Silvana Comaroli e il consigliere regionale Federico Lena, si terrà giovedì 23 maggio alle 20,45 in sala dei Ricevimenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Filippo

    Ibrahimovic…Ibrahimovic….ah sì quel campione nato in svezia da genitori immigrati dall’ex-jugoslavia a causa della povertà e poi profughi di guerra. Il padre è bosniaco, di origini khorakanè, la madre croata, uno è musulmano l’altra cattolica. E’ cresciuto nel quartiere ghetto di Malmo abitato in maggioranza da stranieri, ha sposato una bionda svedese di religione protestante e nonostante tutto ciò è lo sportivo più famoso in Svezia.
    Più mischiato di Ibra non si può.

    • M.M

      Lol qui si va sempre più OT. Parliamo di treni allora…anzi no. Riapriamo le centrali nucleari perché gli italiani hanno detto di no 30 anni fa ma siccome 150 anni fa ha portato fortuna fare il bastian contrario lo facciamo anche adesso. MA COSA TI SEI FUMATO? Ahahahah

      • Filippo

        Dai M.M. sforzati un po, spremi le meningi che forse un ragionamento diverso dal tuo riesci a capirlo

        • M.M

          Dai riapriamo le centrali nucleari

          • Filippo

            Mi sembra un esempio meno chiaro ma è possibile che la scelta di chiudere le centrali nucleari sia come quella della ferrovia ma con esiti opposti.

          • Ibra

            Si, costruiamola dentro la scuola di Cl.

  • Filippo

    150 anni fa ci furono resistenze fortissime a livello locale e nazionale contro la costruzione della linea ferroviaria Treviglio-Cremona ma gli amministratori consigliati da ricercatori e intellettuali fecero una scelta impopolare ma giusta che ha portato vantaggi a diverse generazioni di cremaschi. Oggi c’è una forte diffidenza e paura verso la creazione di un luogo di culto per i fedeli islamici ma gli amministratori devono avere il coraggio di fare una scelta che toglierà loro un po di consenso ma che va nella direzione della ricerca di modi per integrare gli stranieri e trovare una convivenza nel rispetto reciproco

    • M.M

      Ma che minchia c’entra…Se va be anche i tifosi erano contrari a vendere Ibra. CHe ragionamenti..

      • Filippo

        Se ti sfugge il ragionamento non è colpa mia.
        Ci riprovo.
        Chi si oppone a priori alla presenza di un luogo di culto islamico regolare e alla luce del sole a Crema ha la stessa PAURA del cambiamento, di mescolarsi con persone e idee diverse, di affrontare novità fuori dal recinto sicuro che aveva chi, 150 anni fa, era contrario alla costruzione della ferrovia

        • M.M.

          D’accordo ma con Ibra avremmo vinto lo scudo, o no?

          • Lucio

            Lo scudo non l’avreste vinto neanche con Messi

          • Lionello

            Messi, forse, è buddista.

          • M.M

            Perche coglione che non sei altro non posti con un tuo nick?

        • Samuele

          Non ha senso il ragionamento..inoltre gli stessi musulmani non si vogliono integrare con la nostra cultura (ricordiamoci di figlie uccise perchè escono con gli Italiani)

          • M.M.

            Ibrahimovic è mussulmano?

        • M.M

          Forse ti sfugge che il treno é un servizio che si usa. Una moschea non serve praticamente ad un cazzo e la gente non la vuole