Cronaca
Commenta

Reima vittoriosa
ma non si salva
Retrocede in B2

Serviva l’impresa e l’impresa è arrivata. La Reima Crema supera l’ostica Cisano Bergamasco ma nonostante la vittoria, la squadra di Marco Gazzotti non evita la retrocessione in B2, chiudendo in terz’ultima posizione. Infatti le contemporanee vittorie di Asti (3-1 su Sant’Antioco) e di Iglesias su Cagliari, sempre per 3-1, condannando la formazione cremasca. Nell’ambiente blues tutti credevano nella salvezza, salvezza che solamente a metà gennaio sarebbe stata impensabile. L’incontro. La Reima con Mazzonelli, probabilmente all’ultima gara di una lunga e gloriosa carriera, al servizio parte bene ma Cisano reagisce e, sfruttando gli errori in ricezione dei locali, si porta sul 8-13. I blues cambiano registro: un muro di Faccioli riporta in vantaggio Crema (14-13). Sorpassi e controsorpassi caratterizzano i punti successivi ma Corti ed Egeste regalano l’allungo e chiude il capitano sul 25-23. Nel secondo set la Reima parte a vele spiegate (14-7) , gli ospiti recuperano qualche punto sino ad accorciare sul 20-19. Finale incandescente con Cisano Bergamasco che annulla due palle set (24-22) ma Crema più precisa in attacco vince il parziale ai vantaggi. Falsa partenza nel terzo: gli ospiti, trascinati dall’esperto Parazzolo prendono qualche punto di vantaggio (11-16). Trascinati dal pubblico amico i blues riprendono quota e con Egeste e Corti accorciano, Bigarelli impatta sul 21-21 ma Cisano tenta l’ultimo di coda (21-23). Un attacco di Faccioli pareggia e Bonizzoni trasforma il match point. Quindi la Reima si congeda dalla complicata stagione 2012-2013 con una vittoria convincente e con una posizione di classifica ottimale per un eventuale ripescaggio, nei prossimi si riunirà il consiglio direttivo che pianificherà il futuro della società e della squadra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti