Commenta

Disoccupazione in provincia,
quasi 3 giovani su 10 senza lavoro
Dati allarmanti anche per le donne

Disoccupazione, anche in provincia dati allarmanti. L’emergenza lavoro c’è e si sente ed è arrivata al centro della commissione Servizi Sociali, presieduta da Emanuele Coti Zelati, che dopo aver riscontrato il numero elevato di richieste di aiuto, 139 nei primi tre mesi, da parte di cittadini che non riescono ad arrivare a fine mese ha deciso di iniziare una accurata analisi del problema occupazione per mettere poi in campo una serie di interventi per affrontare la difficile situazione.

La prima analisi ha riguardato i livelli di disoccupazione con un confronto tra i dati provinciali e quelli dell’intero Paese. Dati anticipati in commissione e che la Provincia dovrebbe rendere ufficiali il prossimo 10 maggio.  E il quadro che emerge è preoccupante, soprattutto per quanto riguarda i giovani e le donne. Sì perché se il tasso generale di disoccupazione nel 2012, è stato del 6,8% contro il 5,4% dell’anno precedente, inferiore a quello della Lombardia (7,5%) e dell’Italia che ha toccato il 10,7%, a preoccupare sono i giovani e le donne senza lavoro. Nella nostra provincia è senza lavoro il 27,1% dei giovani con un’età compresa tra i 15 e i 24 anni, in pratica quasi tre  su dieci non riescono a trovare una occupazione. E le cose dal 2011 sono peggiorate, visto che allora a non trovare lavoro era il 19,9% dei giovani. Un dato che dimostra come la provincia di Cremona sia sopra la media lombarda in fatto di disoccupazione giovanile. Qui la percentuale è del 24,6%, mentre la media italiana sfiora il 40% (37,1% per la precisione).

E anche alle donne non va meglio: sono quasi il 10% quelle senza lavoro in provincia di Cremona (8,5%). Una percentuale pressoché identica a quella della Lombardia e lievemente inferiore ai dati della penisola dove le donne disoccupate sono l’11.9%. Questi i dati ufficiali forniti alla commissione dal sindaco Stefania Bonaldi titolare anche della delega al Lavoro. La discussione si è così aperta in commissione Servizi Sociali e Lavoro. L’amministrazione sta lavorando e ha già messo in campo una serie di azione per contrastare questo fenomeno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti