2 Commenti

‘Ponte dell’amore’
prima la demolizione
poi la ricostruzione,
sponsor cercansi

Dalla demolizione alla ricostruzione. Il ‘ponte dell’amore’ sarà demolito, ma l’Inner Wheel si è messo a disposizione per cercare fondi per ricostruirlo. Questo l’esito dell’incontro tra l’assessore Fabio Bergamaschi e la presidente del club, Marzia Ermentini. L’assessore ha spiegato che la scelta dell’amministrazione di abbattere il ponticello non deriva da una mancanza di risorse per la ristrutturazione ma dall’impossibilità di procedere alla manutenzione essendo la struttura troppo compromessa.

“Ho chiarito la posizione del Comune alla portavoce dell’Inner Wheel Club  – afferma l’assessore i Lavori Pubblici Bergamaschi – La scelta  di abbattere il ponte non deriva dalla mancanza di risorse. E’ una necessità in quanto il ponte è pericolante ed a rischio sicurezza per chi lo volesse attraversare.  Fra poco si svolgerà nei Giardini di Porta Serio la manifestazione Crema in fiore e non possiamo permetterci che qualcuno rischi di  attraversarlo. Siamo invece disponibili ad una sua ricostruzione  ‘ex novo’. Capiamo l’importanza storica e simbolica del ponticello per questo è intenzione dell’Amministrazione intervenire per la sua ricostruzione, se non nell’immediato, causa scarsità di risorse , nel futuro. A meno che  intervengano in nostro aiuto i privati. In  quel caso ci attiveremmo  subito”.

“Da parte nostra – prosegue Marzia Ermentini, dell’Inner Wheel  Club– abbiamo dato la  disponibilità a contattare tutte quelle associazioni o privati sensibili al destino del Ponticello   dell’amore . Per noi  e per tanti altri quel ponte rappresenta  un pezzo di storia cittadina  insieme ad  una tradizione che ha colpito il cuore della gente. Il Comune, al momento, ha  altre priorità e non può garantire le risorse necessarie per ricostruirlo. A meno che  intervenga un allentamento del patto di stabilità che liberebbe delle risorse. A questo punto ci impegniamo noi a ricercare eventuali sponsor, a trovare i fondi per coprire le spese. Un’assunzione di responsabilità ed un impegno a cui speriamo contribuiscano i cittadini cremaschi”. Un appello per riavere il ponte, che sarà abbattuto prima del 25 di maggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • AlexC

    Assessore, ma quando parla di “importanza storica e simbolica” del ponticello a cosa si riferisce? Ricordo che quel pezzo di legno è stato quasi “Imposto” da un’associazione di buontemponi (i cd “Amici del Serio”) e costruito negli anni ’90 nella perplessità più assoluta di tutti -tecnici e politici: capisco che per lei il ponte possa avere un qualche significato (lei se lo ricorda sempre lì, ma è più giovane di lei!!!), ma dedichiamo più attenzione ad altre cose e magari gli Inner Wheel dedichino le risorse a qualche bene realmente storico della città

  • Andre’

    Secondo me, se si facesse un sondaggio il risultato sarebbe:
    non me ne puo’ fregar di meno: 98%
    quale ponte?: 1,5%
    quale amore?: 0,5%