3 Commenti

In città arriva il treno a vapore
Evento da tutto esaurito:
finiti i biglietti, pieni i ristoranti

Biglietti esauriti e ristoranti convenzionati colmi. Il treno a vapore in arrivo a Crema entusiasma i cremaschi. Il convoglio arriverà a Crema domenica 5 maggio per festeggiare i 150 anni della ferrovia Cremona-Treviglio. Un evento atteso in città e voluto dall’amministrazione con la collaborazione della Pro Loco e di numerosissimi sponsor, oltre che dei comuni interessati dal passaggio della ferrovia inaugurata il primo maggio 1863. Si tratta dei comini di Casaletto Vaprio, Capralba, Madignano, Castelleone e Soresina e di quelli bergamaschi di Treviglio e Vailate. Il treno arriverà in città alle 10 del 5 maggio e sarà accolto dalle autorità e dagli amministratori. Due i viaggi previsti per i quali si registra il tutto esaurito: uno in mattinata verso Soresina e uno nel pomeriggio che raggiungerà Treviglio. Ogni comune per festeggiare il passaggio del treno ha organizzato delle iniziative proprie Soprattutto in quei comuni dove il treno sosterà per più tempo, come Soresina e Treviglio.

Ma le manifestazioni inizieranno già domani, mercoledì primo maggio. Alle 16,30 l’inaugurazione della mostra dedicata al treno nella sala Agello in piazza Terni De Gregory. Tre le sezioni: quella storia con cartoline, modellini e fotografie, quella dedicata ai progetti che negli anni sono stati presi in esame dal comune per il superamento delle barriere ferroviarie e il progetto del treno diretto per Milano. Inoltre saranno esposte fotografie dedicate  dedicata alle stazioni ferroviarie e alla linea nel nostro territorio cremasco e realizzate del circolo Fotoclub Ombriano.

Domenica 5 maggio si terrà inoltre uno speciale annullo postale dedicato al treno. L’annullo è stato curato dall’associazione il timbrofilo curioso che ha realizzato un timbro apposito da apporre a lettere, telegrammi, cartoline e quant’altro, presso la sede della mostra, nel pomeriggio del 5 maggio, dalle 13.30 alle 18.30. Le cartoline hanno il costo di 1 euro. Per l’occasione è stata realizzata una cartolina, raffigurante un quadro esposto a Palazzo comunale dell’artista Andrea Ghisoni. La storia del treno nel nostro territorio sarà raccontata sabato al centro culturale Sant’Agostino dove sarà presentato un volume curato dal Centro Galmozzi e scritto da Mauro Giroletti.

Spazio anche ai più piccoli con il trenino Beniamino, messo a disposizione del Comitato Carnevale Cremasco che il 5 maggio circolerà nelle vie della città.

Il Comitato Carnevale ha infine organizzato altri momenti di animazione presso il piazzale della stazione con costumi d’epoca per accogliere l’arrivo del Treno.

E anche il cinema celebra il treno con la proiezione presso il multisala Portanova di due film nelle serate di lunedì 6 e 13 maggio curate da Anemic-Cinema.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Organista

    Ma una domanda: chi ha organizzato questa manifestazione ha pensato alle ripercussioni sul traffico al passaggio a livello di Santa Maria?
    La situazione è caotica e senza vigili.
    Macchine ovunque è infinito smog.
    Complimenti.

  • cremasca

    Concordo con il commento precedente e aggiungo: lo stato della stazione di crema è penoso…erba alta mezzo metro tra i binari puzza di urina e muri imbrattati. Nemmeno per il 150 anni riescono a fare bella figura!
    Ieri c’erano degli operai che montavano delle impalcature mi sono detta “wow finalmente” e invece..erano lavori per la casa davanti..ex ballon express..
    No comment

  • Organista

    Il treno a vapore va, quello elettrico quotidiano no.
    Complimenti a 150 anni di ferrovie.