Sport
Commenta

Reima sconfitta
ad Olbia, salvezza
sempre più lontana

Trasferta amara ad Olbia per la Reima Crema. La sconfitta per 3-0 compromette irrimediabilmente la corsa salvezza dei blues di Marco Gazzotti; con Silva fermo per problemi fisici e con Bigarelli non al top, la formazione cremasca non è riuscita a conquistare punti sul difficile campo sardo. Nella prima frazione di gara partono meglio i locali ma un muro di Faccioli riporta in corsa Crema (16-15) ed un punto di Mazzonelli sigla il 22-23. Arriva il controsorpasso di Olbia che si aggiudica il set ai vantaggi. Gli ospiti partono male nella seconda frazione di gara, subendo un parziale pesante di 16-7: con costanza e mestiere Bonizzoni e Corti accorciano il gap sino al 18-16, Olbia pigia sull’acceleratore, chiudendo 25-22. Nel terzo, invece, sono gli ospiti a partire meglio: Faccioli mette a terra il punto del 13-16, rimettendo in corsa i blues per l’incontro. L’equilibrio prosegue sino al 21-21, dopo l’attacco vincente di Bonizzoni ma nel momento topico Olbia è più lucida, infila il break e conquista l’intera posta in palio. La strada verso la salvezza si complica maledettamente, infatti, Cisano Bergamasco batte Asti ed agguanta i blues, scivolati in penultima posizione, a 28 punti. Entrambe le formazioni lombarde sono superate da Iglesias che espugna Brescia mentre Sant’Antioco non lascia campo a Brugherio. Nell’ultimo turno di campionato, sabato 4 maggio alle 18 al PalaBertoni, la Reima affronterà Cisano Bergamasco, vincere sarà necessario per salvarsi ma potrebbe non bastare, infatti dipenderà molto dai risultati delle avversarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti