Cinema
Commenta

Ponte innamorati, demolizione a giorni
Nessuna speranza di salvarlo:
Bergamaschi: ‘Non è recuperabile’

Nonostante sia vietato l’accesso qualcuno utilizza comunque il ponte

Nessuna speranza per il cosiddetto Ponte degli innamorati. Il ponticello dei giardini di piazzale Rimenbranze verrà abbattuto. E tra brevissimo: sicuramente nelle prossime settimane, prima della manifestazione ‘Crema in fiore’. La decisione presa dell’amministrazione dopo una perizia dell’ufficio tecnico. A ribadire la decisione l’assessore Fabio Bergamaschi: “Non c’è possibilità di ristrutturare quel ponte: è stata fatta una perizia e non è recuperabile. Abbiamo quindi deciso di abbatterlo prima che succeda qualcosa, perché nonostante sia vietato passare qualcuno lo fa comunque e quindi vorremmo evitare incidenti. Sappiamo – aggiunge Bergamaschi – che molta gente ci è affezionata, io stesso, ma la scelta è inevitabile”. Quindi sembra improbabile un cambiamento di rotta. “Lo smantelleremo con la promessa di realizzarne, appena avremo le risorse necessarie, circa 15mila euro un altro che vada a sostituire quello che c’è. Purtroppo ora le risorse scarseggiano e quindi dobbiamo seguire le priorità che per il momento sono le strade. Le condizioni delle vie della città sono pessime ed ora che arriva il bel tempo dobbiamo intervenire. Poi quando arriveranno tempi migliori provvederemo a dotare i giardini di un altro ponte”.

Ma c’è chi si è offerto di cercare fondi per la ristrutturazione…

“Sì, me lo hanno detto, anche se non ho ancora avuto nessuna comunicazione ufficiale. La prossima settimana incontrerò Marzia Ermentini, presidente dell’Inner Wheel, che sembra essersi offerta di raccogliere fondi per evitare che venga abbattuto. Io ringrazio queste persone e chiunque vorrà darci una mano, ma comunque anche se dovessero arrivare fondi verrebbero utilizzati per la realizzazione di un nuovo ponte, perché questo purtroppo non è più recuperabile. Questo è emerso dopo la perizia: le condizioni della struttura non ne permettono una ristrutturazione. Se qualcuno raccoglierà fondi  ben vengano, come sempre non dichiamo no a fondi in arrivo da privati”, conclude l’assessore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti