Sport
Commenta

Erogasmet in
campo domenica
per il quarto posto

Un inconsueto turno domenicale casalingo consegna all’Erogasmet la possibilità di chiudere un torneo condotto a ritmo altalenante con un onorevole quarto posto, risultato magari preventivabile alla vigilia del campionato ma che lascia un po’ di amaro in bocca per quanto poteva essere e non è stato. Lo sfolgorante inizio, con la vittoria sul campo dei superfavoriti e vincitori di Montichiari, seguita da altre tre affermazioni, aveva fatto sognare per un mese i tifosi biancorossi e convinto un po’ tutti di potersi giocare ad armi pari le possibilità di promozione. Tre infortuni pesanti ed un evidente deficit di personalità in campo avverso hanno relegato i nostri alle spalle anche di Orzinuovi, come da pronostico iniziale, e di Piadena, rivelatasi più continua dell’Erogasmet a dispetto di un roster risicato nei numeri. Resta da superare la concorrenza di San Bonifacio per accomodarsi sulla terza piazza del ranking di partenza dei play-off, che consentiranno ai cremaschi di disputarsi il primo turno contro l’occupante della settima piazza del campionato, che curiosamente è l’avversario dell’ultimo turno, ovvero l’Iseo Serrature Pisogne. La coincidenza sarebbe davvero particolare, visto che anche lo scorso anno i play-off si disputarono contro l’avversaria dell’ultimo turno, allora Orzinuovi. Anche la classifica dei bresciani è ancora da definire compiutamente, trovandosi la formazione allenata da Mazzoli appaiata a Lissone a quota 26.
Pisogne, vincitrice all’andata, è formazione da non sottovalutare assolutamente, annoverando tra le proprie fila atleti esperti e dotati sul piano del talento. Il playmaker Carrera è un tipico contropiedista, veloce ed abilissimo nellarresto e tiro e nell’uno contro uno. Al suo fianco gioca solitamente il tiratore Acquaviva, molto insidioso dall’arco e gran realizzatore.
Il miglior tiratore di Pisogne, nonché anima storica della squadra è Filippi, eccezionale cecchino da non perdere assolutamente d’occhio, recentemente rientrato in formazione dopo un lungo infortunio.
Le plance sono presidiate dal veterano Albani, grande difensore e pericoloso in attacco anche lontano dal ferro, e da Perazzi, lungo dinamico abile anche in contropiede.
Dalla panchina si alzano di preferenza il playmaker Fagiuoli, ottimo difensore, l’ala Salvetti, tuttofare dotato di grande agonismo ed il centro Cancelli, anch’egli gran lottatore.
Un incontro quindi tutto da vedere, con l’Erogasmet sicuramente favorita che dovrà sudarsi i due punti.

© Riproduzione riservata
Commenti