Cronaca
Commenta

Cremasco malmenato
e rapinato a Monza
da due incappucciati

Cremasco rapinato a Monza. L’episodio risale allo scorso fine settimana. Lo ha denunciato la stessa vittima ai carabinieri. L’uomo, un impiegato cremasco di 47 anni, ha raccontato di essere andato a Monza per una cena con i colleghi. Intorno alle 21 ha parcheggiato la sua auto in via Tolstoy, nei pressi del supermercato, per poi raggiungere a piedi il ristorante. Lungo il tragitto due sconosciuti incappucciati lo hanno avvicinato e spinto a terra. La vittima ha raccontato di essere stata colpita a calci anche mentre tentava di sfilarsi l’orologio, il bracciale ed il portafogli. Le sue urla hanno attirato l’attenzione degli amici che sono usciti dal locale, facendo fuggire i due rapinatori. Per il 47enne è stato necessario ricorrere alle cure dei medici dell’ospedale di Monza che gli hanno diagnosticato sette giorni di prognosi. Il giorno dopo l’uomo, dolorante, si è presentato all’ospedale di Crema e i medici gli hanno aggiunto altri giorni. In caserma ha tentato di descrivere i rapinatori:  uno alto 1,75 circa, media costituzione, età apparente di 20 anni, carnagione chiara, occhi chiari e capelli chiari, pelle chiara, accento dell’est Europa, probabilmente romeno. L’altro, 1.65 di altezza, costituzione robusta, 20 anni, carnagione chiara, occhi chiari e capelli rasati, pelle chiara, anch’egli romeno. Nessuno ha assistito alla rapina. Nelle indagini sono stati coinvolti anche i carabinieri di Monza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti