Commenta

Polemica sul Commercio,
è guerra tra le associazioni
Il manager del Distretto
sbatte la porta

La polemica sui fondi persi dal Distretto del Commercio fa la prima ‘vittima’. A sbattere la porta è il manager di Distretto Giorgio Bressanelli che con una lettera ha consegnato alla cabina di regia del Distretto diffuso del commercio e all’assessore alla partita del comune di Crema, Morena Saltini le sue dimissioni irrevocabili. Un botta e risposta nato dalla comunicazione da parte del direttore di Formazienda, Rossella Spada della perdita di 100mila euro ai Distretti della provincia, alla quale ha fatto seguito l’accusa dell’assessore Morena Saltini rivolta a Confcommercio e Confesercenti di aver, attraverso veti incrociati, fatto perdere il finanziamento al Distetto di Crema.

Immediata la replica delle due associazioni che hanno puntato il dito anche contro Reindustria, rea a loro dire, di aver appoggiato Formazienda nella sua iniziativa  “non rispettosa delle attività svolte dalle diverse realtà associative presenti nel distretto”.

Dimissioni irrevocabili, quelle di Bressanelli, che ha così motivato la scelta: “Le motivazioni della mia decisione si ascrivono alla difficoltà di esercitare l’attività professionale con la necessaria serenità e con un clima aziendale adeguato: la divergenza tra i membri della cabina di regia sulla tematiche principali da trattare nell’ambito del distretto; la difficoltà di concertare la pianificazione delle attività; le posizioni ostative assunte a Ascom Crema, Ascom Cremona e Confesercenti Cremona in merito all’utilizzo delle risorse messe a disposizone da un partner privato e le aspettative create da Ascom Cremona e Confesercenti Cremona fina ad oggi disattese (esempio la messa a disposizione di risorse dai fondi interprofessionali di loro riferimento) mi hanno dato l’impressione di essere pretestuose e figli dell’anteposizione di interessi associativi particolari rispetto ai più ampi interessi delle imprese del commercio, del turismo e dell’artigianato di servizi partner del distretto. La mia vocazione per il servizio alle imprese, che interpreto in modo chiaro, puro e semplice non mi permette di continuare a svolgere l’attività nel contesto che si è venuto a creare”. Bressanelli quindi saluta i Distretti del commercio non prima però di aver illustrato i risultati portati a casa dal 2008 che hanno visto investimenti per un milione e 100mila euro e contributi per 350mila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti