Cronaca
Commenta1

Travolto dai debiti
tenta il suicidio,
salvato dai carabinieri

Ha tentato il suicidio collegando un tubo alla marmitta della propria auto e respirando i gas di scarico all’interno dell’abitacolo. A scongiurare la tragedia sono stati i carabinieri, impegnati in un controllo. Hanno notato l’auto parcheggiata dietro un cimitero, si sono avvicinati e si sono resi conto di ciò che stava succedendo. Hanno quindi prestato i primi soccorsi all’automobilista, salvandogli la vita. E’ successo questa mattina verso le 7,30 a Rivolta d’Adda. Chi ha tentato di togliersi la vita è un imprenditore locale di 47 anni disperato perché travolto dai debiti. L’uomo, proprietario di un impresa edile, era da tempo depresso proprio a causa di problemi economici e professionali. Ora è ricoverato in ospedale. E’ fuori pericolo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti