Politica
Commenta10

Bilancio, sconto Imu all’Aler,
in cambio manutenzioni immediate

Bilancio, amministrazione al lavoro per arrivare ad una proposta da condividere prima con la maggioranza e poi con l’intero consiglio comunale. Assodato che tra mancati trasferimenti dallo Stato, che dovrebbero essere di 2milioni e 235mila euro, assenza di altri 2milioni di euro che lo scorso anno erano entrati nelle casse comunali grazie al recupero dell’Ici e di altri 300mila euro, rate del leasing del sotttopasso, il cosiddetto ammanco si dovrebbe attestare intorno ai 4milioni e 600mila ero. Ora l’amministrazione deve fare quadrare i conti ed arrivare a garantire servizi anche senza queste risorse. E tra ipotesi di aumenti delle imposte, l’assessore Morena Saltini sta lavorando per cercare di intervenire su casistiche particolari per le quali ritiene necessaria una sorta di salvaguardia, E non solo per quanto riguarda le famiglie, ma anche ad altri settori e realtà. Tra queste, come conferma l’assessore Saltini ci potrebbe essere l’Aler alla quale l’amministrazione intenderebbe scontare o togliere l’Imu in cambio di interventi immediati su quegli appartamenti per il momento inagibili e da sistemare. Un sistema in pratica per far fronte alle grande richiesta di case che ogni anno l’amministrazione deve affrontare senza riuscire a dare una risposta massiccia, causa mancanza di alloggi rispetto alle richieste. Certo le richieste resteranno sempre superiori, ma se ci fosse disponibilità immediata di maggiori appartamenti, alcune potrebbero essere accontentate.

“Tutto – spiega l’assessore Saltini – è ancora però in fase di studio. Siamo in attesa del decreto attuativo, che ci confermi che i tagli ai trasferimenti sono di 2milioni e 235mila euro. Questo potrebbe modificarsi in meglio o in peggio. Se dovesse essere in peggio allora alcune agevolazioni pensate dovremmo rivederle. Comunque stiamo lavorando ad una manovra mista che prevede una forte revisione della spesa: sta accertando le voci di spesa ad una ad una, sto vedendo di ottimizzare i contratti in essere, e anche se so che non sarà sufficiente, non alzerò di un centesimo le imposte se prima non sono sicura di aver fatto tutti i tagli possibili alle spese”.

Per quanto riguarda le imposte in se stesse, l’Imu se verrà aumentata lo sarà su tutti quegli immobili, dice l’assessore, che non sono prime e seconde case. “Qui abbiamo ancora un margine: a momento siamo al 9 per mille e c’è la possibilità di alzarla fino al 10,6 per mille. Mentre per quanto riguarda l’Irpef siamo in fase di definizione: l’ipotesi di di passare dallo 0,5% allo 0,8%”, conclude l’assessore Saltini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti