Commenta

Partecipate, il Movimento 5 Stelle
vuole vederci chiaro:
interpellanza e mozione

Le Partecipate tornano al centro dell’attenzione. A riportare il discorso in sala degli Ostaggi il Movimento 5 Stelle che ha protocollato sia una interpellanza che una mozione. L’intenzione è quella di far conoscere al consiglio comunale lo stato delle revisioni in corso nelle società di cui il comune è socio. Il grillini, rappresentati in consiglio da Alessandro Boldi e Christian Di Feo, voglio conoscere soprattutto quali azioni i vari cda stanno portando avanti per risolvere situazioni critiche in particolar modo quella di Scs Servizi Locali, guidata dall’amministratore unico, Gianfranco Ervin, e di Scca (Società Cremasca Calore) anch’essa con criticità di bilancio. Interesse anche per quanto riguarda l’acquisto del ramo idrico di Lgh, che dovrà confluire nella neonata società di gestione dell’acqua.

Il secondo documento presentato da Boldi e Di Feo riguarda gli statuti delle società. Il Movimento 5 Stelle chiede al sindaco che “si faccia “sponsor” presso le nostre società per apportare concrete modifiche statutarie volte a garantire maggiore trasparenza e accessibilità agli atti. In particolare chiediamo che le Società adottino delle procedure interne che possano meglio regolamentare i rapporti di ciascuna di esse verso i propri controllanti/controllori, e che gli atti rilevanti di ogni società vengano pubblicati on-line, seguendo le direttive della nuova normativa “Anticorruzione”. Crediamo infatti che lo Statuto sia lo strumento attraverso il quale sia necessario agire per apportare cambiamenti concreti e durevoli nel mondo delle Partecipate. I principi di trasparenza e di controllo in questo “universo” dovranno sempre persistere, indipendentemente dal colore politico del CdA di turno, e quindi dal legame “nominato-nominante”. Sono principi che devono essere tolti dalla discrezionalità degli amministratori , e scritti neri su bianco, di modo che tutte le persone con potere decisionale debbano adottarli come propri e agire di conseguenza”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti