4 Commenti

Plateatico, l’assessore:
“Nuova ipotesi al vaglio,
d’accordo tre bar su quattro”

Plateatico, interviene l’assessore al Commercio Morena Saltini. Interviene per specificare che i dati diffusi in merito alle metrature concesso dal comune non corrispondono a realtà. Se inizialmente era previsto sì, di concedere ad ogni esercizio commerciale lo spazio di fronte alla propria vetrina e una profondità di nove metri. Lo scorso 13 febbraio, dice l’assessore, il comune avrebbe dato la disponibilità a concederne anche 10 anziché i 12 attuali. Una prima apertura alla quale si aggiunge lo studio della proposta di Confcommercio. “La proposta pervenuta da Confcommercio è stata uno strumento utile per affrontare il   confronto  con gli esercenti della piazza da cui è scaturita una ipotesi finale, in corso di elaborazione, che conduce ad una occupazione indicativa di 324 metri quadrati a fronte  dei 299  metri quadrati indicati come ipotesi dall’associazione di categoria. Ipotesi, quella finale, che è in corso di definizione ma  che ha incontrato il gradimento da   parte di tre esercenti su quattro della piazza”.

“Il mio intento – spiega l’assessore – non è quello di polemizzare ma di fare chiarezza e  ristabilire la verità di come sono andate realmente le cose.”  Morena Saltini spiega come, dallo scorso autunno, si siano svolti i primi incontri tra i titolari dei locali e l’amministrazione al fine di procedere ad un riordino e ad una   regolamentazione  della Piazza tenendo conto di alcun problematiche quali:  la fruibilità della piazza, il transito regolare  dei pedoni, l’attenzione ai residenti e alle loro abitazioni, problemi di carico e scarico, il recupero degli spazi di transito, in particolare di mezzi di soccorso, da ultimo, ma non per importanza, l’utilizzo indiscriminato, da parte dei titolari dei bar, dei dehors, che hanno creato restringimenti dei corridoi di passaggio e   allargamenti non concessi.  “A tal proposito, – spiega l’assessore – l’amministrazione ha comunicato la volontà  di emanare un  nuovo regolamento che preveda, tra le altre, una revisione degli spazi,  seguendo  dei   criteri di equità, conformi  anche alla sentenza del Consiglio di Stato del gennaio 2012.

“Da parte nostra – conclude l’assessore Saltini – c’è stata la volontà, che riconfermiamo, di ascoltare  e discutere tutte le proposte migliorative, ma nei luoghi deputati a farlo, non attraverso le pagine dei giornali.  Aggiungo che una volta  presa la decisione, che spetta all’amministrazione, ci dovrà   essere il  rispetto delle regole, che devono tutelare tutti, non solo i titolari degli esercizi   commerciali. Il mancato rispetto della nuova disciplina comporterà pesanti sanzioni che   arriveranno fino alla chiusura dell’esercizio”.  L’assessore inoltre fa presente che è intenzione dell’amministrazione  indire  un concorso di idee al fine di  una riqualificazione complessiva della piazza, “della quale beneficeranno  tutti i cittadini, esercenti compresi. Il progetto wi-fi gratuito in piazza Duomo è il primo passo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Protagora

    Caro Assessore,
    le suggerisco di “imporre” non solo lo spazio legalmente occupabile ma di “proporre”,
    all’insegna del buon senso… civico (di cui sono sprovvisti gli esercenti),
    anche quello tra un tavolino e l’altro.

  • Luca

    Ma con il negozio “food” a fianco dovrebbe avere un’area gigante, o sbaglio?

  • Davide

    Si é sempre e solo lui..

  • Organista

    Beh, quindi è solo il tipo del GGlace che rompe le palle.
    L’assessora mi sembra fin troppo disponibile.